Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Impianto per la produzione di ceramiche con recupero di scorie da termovalorizzazione di RSU presso l'esistente impianto Saxa Gres di Anagni: la Regione Lazio emette valutazione di impatto ambientale positiva

10 settembre 2019

Con determinazione numero G11755 recante la data ieri, 9 settembre 2019, la direzione Politiche ambientale e ciclo dei rifiuti della Regione Lazio si è espressa positivamente riguardo al progetto di Valutazione di Impatto Ambientale di un impianto per la produzione di ceramiche con recupero di scorie da termovalorizzazione di rifiuti solidi urbani presso l'esistente impianto sito in località Selciatella di Anagni e di proprietà della società Saxa Gres.
Dalle ceneri dei termovalorizzatori alle piastrelle in gres porcellanato, da scarto a prodotto: quello della Saxa Gres è un progetto di eccellenza dove si mescolano innovazione e ricerca, creatività, investimenti, occupazione. L'azienda, capitanata dal bravo imprenditore Francesco Borgomeo, forte di un brevetto industriale rivoluzionario in grado di prendere i residui di un inceneritore e trasformarli in un sampietrino "green" oggi dà lavoro a circa cento dipendenti; Saxa Gres è operativa ad Anagni e da qualche mese ha esteso la propria produzione anche a Roccasecca, sempre in provincia di Frosinone, e a Gualdo Tadino, in provincia di Perugia: tre impianti produttivi di grandi dimensioni preesistenti alla nascita del gruppo, che avevano interrotto o drasticamente ridotto la propria attività a seguito della crisi.





 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Anagni, Saxa Gres. Il presidente Francesco Borgomeo illustra ai sindaci della provincia di Frosinone il piano di riconversione della ex Marazzi Sud, divenuta in pochi anni il baricentro del nuovo eco distretto della ceramica Green nell’Italia Centrale:
Prima visita istituzionale in provincia di Frosinone per il neo-assessore regionale della giunta regionale del Lazio Claudio Di Berardino che stamattina - insieme alla prefetta di Frosinone dott.ssa Emilia Zarrilli e al presidente dell'ASI Francesco De Angelis - ha visitato gli stabilimenti della Saxa Gres, industria che opera nel settore delle ceramiche e che, proprio ad Anagni, ha fatto partire un rivoluzionario progetto per la creazione di ceramiche utilizzando nell'impasto una parte di polvere inerte ottenuta dal termocombustore di San Vittore. A fare gli onori di casa il dott. Francesco Borgomeo, direttore dello stabilimento di Anagni il quale, cogliendo l'occasione, ha chiesto ai vertici politici ed istituzionali che sono intervenuti un sostegno sia in termini di taglio della burocrazia che di miglioramento delle infrastrutture, soprattutto quelle viarie, che ancora oggi creano molti problemi per la valorizzazione del territorio.
Il sindaco Daniele Natalia e tre rappresentanti dell'amministrazione comunale in visita allo stabilimento Saxa Gres di Anagni; presente anche la referente comunale della Lega Giorgia Nobili
Si è concluso con successo in questi giorni l’acquisizione dalla procedura concordataria dal tribunale di Frosinone dello stabilimento di produzione ceramica di Anagni, ex Marazzi. Saxa Gres Spa, ha previsto tra acquisizione e investimenti produttivi uno stanziamento di oltre 15 milioni di Euro con il quale rilancerà la produzione attraverso un innovativo e rivoluzionario progetto di valorizzazione delle ceneri dei termovalorizzatori. Saxa Gres S.p.A., si è impegnata a riassumere tutto il personale ex Area Industrie Ceramiche, garantendo 94 nuovi posti di lavoro, tra assunzioni dirette ed indotto. “Si tratta di un progetto al quale abbiamo lavorato da oltre tre anni per una reale riconversione industriale” afferma Francesco Borgomeo, ideatore del progetto e già amministratore della Area Industrie. Dobbiamo ringraziare innanzitutto i lavoratori e le Organizzazioni Sindacali che hanno creduto nella riuscita della nostra impresa, e il Tribunale di Frosinone che con pazienza e sapienza ha accompagnato la riconversione. Ora tocca alla nuova azienda - conclude Borgomeo - adottare il piano industriale della prima reale industria di Circular economy che nasce in Italia”.
"Il progetto di economia circolare di Anagni è la fine del traffico illecito dei rifiuti": ecco la replica di Saxa Gres SpA alle accuse "disinformate" diffuse nelle scorse ore