Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Cambio della guardia al vertice della Compagnia dei Carabinieri di Anagni: arrivederci al cap. Camillo Giovanni Meo che dal 10 settembre assumerà il comando della Compagnia di Sassuolo

2 settembre 2019

Non un addio ma un arrivederci, sincero ed affettuoso, per il cap. Camillo Giovanni Meo che dal prossimo 10 settembre lascerà Anagni per andare a dirigere la Compagnia dei Carabinieri di Sassuolo; l'ufficiale si appresta, infatti, a salutare la città di cui, per quasi sei anni, ha diretto la Compagnia, portando a compimento - grazie anche alla professionalità dei militari da lui coordinati - un eccellente lavoro sul territorio di competenza.
Ad Anagni, il cap. Camillo Giovanni Meo è giunto dopo aver trascorso 7 anni al comando del Nucleo operativo e Radiomobile della compagnia di Latina. Dopo la parentesi ciociara, iniziata a novembre 2013, si trasferirà ora a Sassuolo, in provincia di Modena, dove prenderà il posto del magg. Fabrizio Picciolo e dove coordinerà le undici stazioni dei Carabinieri dislocate sul territorio della Compagnia: Sassuolo, Savignano sul Panaro, Guiglia, Marano sul Panaro, Castelvetro, Castelnuovo Rangone, Formigine, Maranello, Fiorano Modenese, Prignano sulla Secchia, oltre alla tenenza di Vignola. Nei prossimi giorni, negli uffici del palazzo del Comune di Anagni, si terrà una breve cerimonia di congedo e di saluto in onore dell'apprezzato ufficiale alla quale prenderà parte, tra gli altri, anche il primo cittadino Daniele Natalia.
Il posto del capitano Meo verrà preso, almeno per il momento, dal ten. Marcello Colella, militare di lungo corso con una esperienza quarantennale nell'Arma dei Carabinieri: nei 32 anni trascorsi ad Anagni, il ten. Colella si è occupato quasi essenzialmente di attività dirette a contrastare la criminalità, partecipando ad importanti operazioni volte al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, reati contro il patrimonio, usura, contro la pubblica amministrazione,  sfruttamento della prostituzione, violenze sessuali, omicidi, nonché reati di natura ambientale, conseguendo importanti e brillanti successi investigativi,  molto apprezzati dai superiori gerarchici, dall’Autorità Giudiziaria, dagli altri organi Istituzionali e dalla popolazione.



 

TI POTREBBERO INTERESSARE

anagnia.com ha intervistato il cap. Giovanni Camillo Meo, comandante della Compagnia dei Carabinieri della città dei Papi da cui dipendono le stazioni di Anagni, Morolo, Ferentino, Sgurgola, Piglio, Acuto e Paliano.
Compagnia Carabinieri di Anagni. Il saluto di commiato del Maggiore Camillo Giovanni Meo
I giovanissimi studenti dell'Istituto Comprensivo Anagni Primo incontrano i Carabinieri della Compagnia di Anagni; ad accoglierli, il cap. Giovanni Camillo Meo e il mar. magg. Massimo Crescenzi
Anagni. Coltivava nella sua casa di via Case nuove diverse piante di marijuana: scoperto ed arrestato dai Carabinieri coordinati dal cap. Giovanni Camillo Meo I Carabinieri della Compagnia di Anagni agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo hanno tratto in arresto nel pomeriggio di oggi - venerdì 5 agosto - un 41enne di Anagni, colpevole di aver dato vita ad coltivazione di diverse piante di marijuana, quattro per la precisione, nella sua abitazione di via Case nuove ad Anagni.
Brillante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Anagni agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo che ieri l-interno di un'azienda di rivendita per mezzi agricoli che ha sede ad Anagni.