Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Addio alla prof.ssa Patrizia Bottari, per tanti anni dirigente scolastico all'I.I.S. "G. Marconi" e rettrice al convitto nazionale "Regina Margherita" di Anagni; i colleghi attoniti: "una perdita immensa"

16 agosto 2019

Il mondo della scuola si appresta a porgere l'ultimo commosso saluto alla prof.ssa Patrizia Bottari, per tanti anni dirigente scolastico all'Istituto di Istruzione Superiore "G. Marconi" e al Liceo Artistico "G. Colacicchi" di Anagni, all'Istituto Alberghiero di Fiuggi e, tra il 2012 e il 2014, apprezzatissima rettrice al Convitto Nazionale "Regina Margherita" di Anagni. A dare la notizia della dipartita della professoressa la figlia Patrizia, con un post su Facebook: "mamma ci ha lasciato oggi dopo tre anni di strenua lotta contro il cancro. A tutti i suoi contatti comunico che domani (sabato 17 agosto, n.d.r.) e dopodomani sarà allestita la camera ardente dalle 8.00 alle 17.00 presso l'ospedale "San Raffaele" di Montecompatri".  "La sua prematura scomparsa ci lascia attoniti e commossi - spiega l'arch. Peppino Scandorcia, tra i collaboratori più stretti della prof.ssa Patrizia ai tempi della reggenza al convitto "Regina Margherita" - se non fosse stato per la passione e l'impegno che ha profuso nel suo lavoro, oggi il convitto non sarebbe quello che è ora. Una donna splendida, una collega meravigliosa, una dirigente saggia e in gamba; oggi è una giornata triste per tutto il mondo della scuola".
"Da Sindaco di Fiuggi - fa sapere invece Fabrizio Martini, già primo cittadino e oggi consigliere d'opposizione - ho condiviso con Patrizia, tra mille difficoltà burocratiche e politiche, una visione diversa ed innovativa del locale Istituto Alberghiero, che spaziava dal potenziamento della pratica professionale con la realizzazione di un albergo didattico, all’apertura dei corsi agli studenti cinesi. Tutti progetti molto concreti, rimasti purtroppo sulla carta, anche o forse soprattutto per il suo allontanamento forzato ed imprevisto. È proprio il caso di dire che il destino, fermando il suo fattivo entusiasmo, abbia bloccato il progresso di un’intera comunità scolastica e non solo.

Le esequie della prof.ssa Patrizia, come comunicato dalla stessa figlia, si terranno lunedì 19 agosto nella sala conferenze del Comando della Polizia Locale di Grottaferrata.


TI POTREBBERO INTERESSARE

A causa del prolungarsi delle avverse condizioni climatiche sul territorio, il prof. Roberto Chiararia, dirigente scolastico del convitto nazionale "Regina Margherita", comunica la sospensione delle attività didattiche per il giorno 15 ottobre 2015. Tale provvedimento riguarda solo la scuola secondaria di primo grado annessa al convitto e, almeno per il momento, non per il liceo linguistico e per il liceo delle Scienza Umane.
Ieri, mercoledì 1 marzo, nei locali del Convitto Regina Margherita di Anagni è stata firmata la convenzione tra L’Isalm, l’istituto di Storia e di Arte del Lazio Meridionale con il suo presidente prof. Gioacchino Giammaria e il Convitto Regina Margherita rappresentato dal rettore/dirigente prof. Marilena Ciprani, che prevede il trasferimento della Biblioteca e dell’archivio dell’ISALM da palazzo Bonifacio
Rimarranno chiusi per un po’ i locali del convitto Regina Margherita di Anagni, chiusi da una ordinanza in seguito al crollo di una parte del soffitto di una stanza di una convittrice verificatosi domenica mattina. Oggi pomeriggio, lunedì 23 maggio, infatti il rettore del convitto prof. Roberto Chiararia ha emanato una ordinanza per confermare la chiusura dei locali e la conseguente distribuzione in altri locali degli studenti delle scuole elementari e medie, circa 270 alunni in tutto, che frequentavano le scuole all’interno del convitto.
Si sono conclusi con successo gli accordi tra la Scuola Secondaria di I grado del Convitto Regina Margherita di Anagni e la Scuola n°3 St Adalbert di Gniezno, comune gemellato con la nostra città. Tutto è nato dall’amicizia pluriennale tra il coordinatore della Secondaria di I grado, prof. Peppino Scandorcia, e il preside della St. Adalbert, Radoslaw Sobkoviak, i quali si conoscono anche grazie alla passata collaborazione, in qualità di Presidente della Proloco, del prof. Scandorcia con l’amministrazione comunale di Gniezno.
"Un brindisi ai libri": sabato 6 luglio al convitto nazionale "Regina Margherita" l'evento organizzato dall'Istituto di Storia e Arte del Lazio meridionale