Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni, è tempo di palii: domenica quello di santa Chiara, in piazza Innocenzo III. Per il palio di san Magno, previsto per l'otto settembre, già impazzano le polemiche

Sinistra Italiana Anagni: "30mila euro al cugino del sindaco, tramite la pro-loco" - 5 agosto 2019

ne 2019


Si terrà domenica 11 agosto prossimo, in piazza Innocenzo III, ad Anagni, l'edizione 2019 del palio di santa Chiara
Le contrade storiche di Anagni saranno protagoniste degli eventi del fine settimana nell'ambito dei festeggiamenti in onore del Patrono, San Magno. In costumi medievali, i figuranti delle contrade Castello, Cellere, Colle S.Angelo, Tofano, Torre, Tufoli e Valle, sfileranno lungo via Vittorio Emanuele con partenza da porta Cerere alle ore 18.00. E', questo, uno degli appuntamenti più attesi del programma dei festeggiamenti patronali predisposto dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Natalia e curato dall'assessore alla Cultura Carlo Marino.
Polemiche, invece, per quanto riguarda l'evento in programma per l'otto settembre prossimo: il «Palio dell’Anello», la manifestazione che da sempre, con il concerto di San Magno, rappresenta il culmine dei tradizionali festeggiamenti estivi. "Corre voce in giro che per organizzare la corsa dei cavalli di San Magno siano stati impegnati ben 30.000 euro di fondi comunali da erogare al cugino del Sindaco - si legge in una nota di Sinistra Italiana Anagni - non si troveranno nel bilancio comunale specifici titoli di spesa nei mandati di pagamento. I fondi - fanno sapere quelli di SI - saranno erogati dal bancomat comunale (la Pro Loco) evitando così controlli e verifiche, come tante altre spese che passano con tale anomalo e improprio sistema di pagamento. 30.000 euro corrispondono più o meno al salario di due anni di una persona che lavora e produce. A tale compenso corrisponderà una fattura o una nota spese. Chissà se saranno trasparenti e ce le faranno vedere".
La gara si svolgerà nella zona che va da Viale Regina Margherita fino a Porta Cerere. A dare la notizia, anche se ha puntualizzato che «non c’è ancora l’ufficialità al 100% e bisognerà aspettare qualche giorno per avere il parere della commissione» è stato  il sindaco Daniele Natalia.
La gara consiste nell'infilare con la lancia un anello sospeso. Un dispositivo elettronico sgancia automaticamente l'anello avversario quando l'altro viene preso. La gara si svolge su un tracciato ellissoidale. Al momento della partenza dagli stalli i cavalli sono trattenuti da uno stalliere a cui è fatto assoluto divieto di incitare il cavallo. La mancata osservanza di questa regola comporta una penalità. Si procede quindi ad eliminazione. Il tracciato della pista è delimitato da bandiere che comportano penalità nel caso in cui vengano abbattute. Il cavaliere verrà eliminato se uscirà di pista, se gli dovesse cadere la lancia e se, a seguito di una caduta, si distaccherà dal cavallo. L'antico rito di ottenere in vittoria l'anello conquistato viene suggellato dal cavaliere vincitore tenendo in custodia, fino alla prossima edizione della corsa, l'ambito palio.  Fino al periodo degli anni ‘70 la gara si era sempre svolta nella zona di viale Regina Margherita. Poi si era spostata in piazza Innocenzo III, a parte un’edizione in cui il Palio si era svolto presso il campo di calcio della città, generando parecchie polemiche. La decisione di tonare a realizzare la manifestazione, preceduta da una sfilata di rappresentanti delle varie contrade in abiti storici, nella zona di Viale Regina Margherita, è arrivata dopo l’inasprimento dei livelli di sicurezza necessari per organizzare eventi del genere in centri storici. Negli ultimi anni, come detto, la gara si era sempre tenuta in Pazza Innocenzo III o, come lo scorso anno, in Piazza Cavour. Entrambe le zone però con le nuove regole in materia di sicurezza, avrebbero creato problemi, soprattutto per l’esiguità di vie di fuga per gli spettatori. Di qui la decisione di spostare tutto qualche centinaio di metri più in basso. I cavalieri pertanto partiranno con il proprio cavallo dalla rotatoria di Viale Regina Margherita e, dopo aver ultimato la prova, si fermeranno nei pressi di Porta Cerere, dove verrà realizzato il parco delle autorità.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Palio di Santa Chiara e Palio di San Magno: lunedì dieci agosto la presentazione alla Sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni

Nel corso della conferenza stampa avverrà anche l'imbussolamento vale a dire il sorteggio che abbina l'arciere alla contrada nel palio di Santa Chiara.
Lunedì 10 agosto 2015 alle ore 18.00 nella Sala della Ragione del Palazzo comunale di Anagni verranno presentati i Palii che le contrade anagnine si contenderanno nelle disfide, in piazza Innocenzo III, di martedì 11 agosto alle ore 19.30 (Palio di S. Chiara) e di sabato 22 agosto alle ore 18.00 (Palio di S. Magno). Alla conferenza stampa organizzata dall'AIAM parteciperanno le studentesse, i docenti e il Dirigente Prof. Simona Scarsella dell'Istituto di Istruzione superiore G. Marconi, settore artistico G. Colacicchi, di Anagni autori del progetto grafico dei Palii. Nel corso della conferenza stampa avverrà anche l'imbussolamento vale a dire il sorteggio che abbina l'arciere alla contrada nel palio di Santa Chiara.
Le contrade di Anagni tornano a sfidarsi con il Palio di Santa Chiara, in programma domani - venerdì 4 settembre - in piazza Innocenzo III a partire dalle 21. Dopo l’avvincente gara dell’anello (Palio di San Magno) vinta per la prima volta da Piscina, si svolge la quarta edizione del Palio che si gioca con il tiro con l’arco medievale organizzato dall’Aiam (Associazione interparrocchiale Anagni medievale).
Il Palio di Santa Chiara, tradizionale appuntamento della festa patronale di Anagni in onore di San Magno in programma l’11 agosto, è stato rinviato a causa del maltempo. Si terrà venerdì 4 settembre alle ore 21 e per la prima volta il Palio si terrà in notturna.
Oggi alle 18.30, in piazza Innocenzo III si terrà il Palio di Santa Chiara con l-associazione Aiam. Domani, 14 agosto, la contrada Cellere sarà protagonista del corteo storico con processione con il Trittico del Santissimo Salvatore (sec. XII). Inizio alle 18 da Porta Cerere.

Anagni. Presentati i palii che si terranno in piazza Innocenzo III l'11 e il 22 agosto

L’ultimo atto della serata è stato l’ “imbussolamento”: ovvero l’accoppiamento degli arcieri in gara per il palio di domani alle contrade in gara.
Sono stati presentati nel pomeriggio di lunedì 10 agosto i due palii realizzati dalle studentesse del Liceo Artistico "G. Colacicchi" che saranno assegnati nelle due gare che si terranno ad Anagni rispettivamente l'11 agosto, alle 20, in Piazza Innocenzo III e, sempre in Piazza Innocenzo III, sabato 22 agosto. Si tratta ovviamente del Palio di Santa Chiara, riservato agli arcieri per un torneo di tiro con l’arco medievale, e del più noto Palio dell’anello. Presso la Sala della Ragione durante la presentazione, c’erano il sindaco Fausto Bassetta, il vice sindaco Marilena Ciprani, l’architetto Umberto Tommasi, Alvaro Lepri, e Don Marcello Coretti. Tutti hanno plaudito ai trofei realizzati (“delle vere e proprie opere d’arte”). L’architetto Tommasi ha chiesto ufficialmente al sindaco l’impegno per la realizzazione di una mostra permanente dedicata ai palii realizzati nel corso di questa e delle precedenti edizioni. La prof.ssa Ciprani ed il sindaco Fausto Bassetta hanno insistito sulla necessità di proseguire, utilizzando anche queste occasioni, nel piano di rilancio della vocazione artistico culturale della città. Dopo una dissertazione del prof. Tommaso Cecilia, si è passati alla premiazione degli studenti e dei docenti del Colacicchi che hanno realizzato i due palii. L’ultimo atto della serata è stato l’ “imbussolamento”: ovvero l’accoppiamento degli arcieri in gara per il palio di domani alle contrade in gara. Queste le coppie: Vincenzo Polidori- Torre Gianni Campagna- C