Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Successo per la manifestazione "L'Isola che non c'era" dedicata ai più piccoli che inaugura l'estate anagnina 2019

15 luglio 2019

Un successo senza precedenti per "L'Isola che non c'era", evento di apertura dell'estate anagnina 2019 dedicato, cosa da sottolineare, ai più piccoli. Non solo Piazza Cavour, luogo di tradizionale aggregazione festiva della città dei papi, piena, ma anche un Parco della Rimembranza in grande spolvero e finalmente vissuto e trasformato nel palcoscenico naturale e culturale che merita di essere.
Uno scenario incantevole che torna a splendere finalmente grazie alle scelte oculate dell'amministrazione Natalia.
A fare un bilancio di questa due giorni ed a lanciare la sfida per progetti futuri è l'assessore alla Cultura Carlo Marino: "Quella di iniziare l'estate anagnina con un intero fine settimana dedicato ai bambini è stata una scelta di grande coraggio e, soprattutto, innovativa.
Si parla sempre di necessità di rivitalizzare il turismo, di programmare un'offerta culturale di qualità e passa in secondo piano la domanda su cosa fare per i nostri bambini.
Con il sindaco Daniele Natalia e gli altri amministratori, che ringrazio per la fiducia,  abbiamo voluto porci il problema e puntiamo ora a fare di Anagni una città a misura di bambino. Sappiamo che c’è ancora molto da fare ma credo che la nostra "Isola che non c'era" possa essere identificata proprio con una Anagni diversa, sensibile ed interessata anche a creare spazi adeguati, sia fisici che ideali, per i bambini". Sui progetti futuri Carlo Marino è netto: "Non possiamo accontentarci di un lavoro ben fatto; vogliamo ripetere questo successo facendo di Anagni un polo d'attrazione culturale e ludico; le basi sono state gettate perché anche in provincia si è tornati a vedere la nostra città come una calamita capace di attrarre persone per ciò che a livello culturale e di eventi offre. Su questa linea d'onda voglio invitare tutti a partecipare allo spettacolo di musica con strumenti riciclati che si terrà a viale Regina Margherita venerdì 19 alle 21.00 e poi si passerà all'evento shock di questa nostra estate: "Cultura in corso",  una rassegna musicale e artistica che ospiterà l’Anagni jezz fest di Luca Pierron e colorerà la città il 26/27/e 28 luglio.

Si ringrazia Filippo Del Monte per la cortese disponibilità e collaborazione

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Carlo Marino, 35 anni, imprenditore ed esperto di marketing e comunicazione, è il nuovo segretario provinciale dell-assemblea che si è tenuta questa mattina - domenica 25 gennaio - nella sala delle conferenze dell'hotel ristorante Memmina a Frosinone. Marino, il primo da sinistra nella foto in alto, ha alle spalle diversi anni di attivismo politico, culminato a primavera scorsa con la candidatura a sindaco per la città di Anagni.
Carlo Marino entra a far parte dell’esecutivo nazionale dell’Italia dei valori. Il giovane politico anagnino, attualmente segretario provinciale dell’Idv, è stato promosso in seguito alla decisione della segreteria nazionale.
Sarà di nuovo Giacomo Zito il direttore artistico del Festival del Teatro medievale e rinascimentale di Anagni giunto nel 2018 alla venticinquesima edizione. A dare notizia è stato il neo assessore alla cultura della città dei papi Carlo Marino. Che ha sottolineato il fatto che “il Festival è arrivato alla venticinquesima edizione.
Vincezo Fasani, ragioniere-capo del Comune di Anagni, via dall'ente a settembre prossimo; l'assessore comunale Carlo Marino: "tensioni con la maggioranza? Una balla. L'opposizione pensi alle cose serie"
La Procura Federale e la FIGC "redarguiscono" l'attuale assessore alla Cultura Carlo Marino per aver svolto l'attività di allenatore, pur non avendone titolo; l'opposizione insorge: "Anagni turbata anche dalla giustizia sportiva". Pronta la risposta di Marino: "aiutavo un gruppo di amici; c'è chi strumentalizza"