Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Nella Cattedrale di Anagni sarà esposta ai fedeli fino al 9 giugno prossimo, giorno della Pentecoste, una copia autenticata della Sacra Sindone

19 aprile 2019

A partire da questi giorni di festività pasquali e fino al prossimo 9 giugno, giorno di Pentecoste, la chiesa più antica e più importante di Anagni, la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, accoglierà la copia autenticata della Sacra Sindone di Torino che - secondo la tradizione cristiana - è il lenzuolo che ha avvolto il corpo del Signore, lasciando impressi, in modo straordinario e mirabile e scientificamente inspiegabile, i segni della drammatica sofferenza e passione di Cristo.
La copia esposta nella Cattedrale sarà visibile ai   fedeli anche nei prossimi anni in questo stesso periodo, ovvero per i successivi cinquanta giorni dopo la risurrezione di Cristo.
La copia esposta dalla Cattedrale di Anagni è perfettamente rispondente al sacro lenzuolo, segno formidabile delle atrocità e del martirio subiti dal Cristo in perfetta corrispondenza e armonia con il racconto dei Vangeli; l'originale della Sacra Sindone, il lenzuolo funerario di lino su cui si può scorgere l’immagine di un uomo torturato e crocefisso, è conservata nel Duomo di Torino e periodicamente viene mostrata. L’esposizione si chiama ostensione: i tratti e i segni della figura che vi sono impressi sono compatibili con quelli descritti nella Passione di Gesù, di conseguenza i fedeli e anche alcuni esperti sostengono che quel lenzuolo sia stato usato per avvolgere il corpo di Cristo nel sepolcro. Ovviamente, non esiste una prova certa della sua autenticità ma è comunque considerato un oggetto di grande fascino, mistero e un segno di fede.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sabato 5 gennaio 2019 alle ore 10.30, nella Sala Consiliare del Comune di Piglio, ci sarà la presentazione del libro “De Sindone - Nova et Vetera”, della giornalista scrittrice Suor Maria Elisabetta Patrizi; l’evento è inserito nel programma del Natale pigliese 2018, sponsorizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Piglio e dai frati minori conventuali di San Lorenzo di Piglio.
Nei giorni scorsi, presso la sala consiliare del Comune di Piglio è stato presentato il libro di Suora Maria Elisabetta Patrizi “De Sindone Nova et Vetera” che merita veramente di essere conosciuto a largo raggio e di cui la sig.ra Ambrosetti così scrive:
Barbara e Roberto festeggiano l'apertura del loro bar-pizzeria "Dolce Luna" al civico 33 di via Madonna di Tufano ad Anagni; amici e parenti festeggiano con loro. L'appello di don Marcello Coretti
Da Don Marcello Coretti, parroco della Cattedrale di Santa Maria Annunziata ad Anagni, riceviamo questa precisazione in merito ad un articolo pubblicato da questo giornale alcuni giorni fa. Siamo felici di pubblicarla di seguito, in forma integrale: continua a leggere...
Sabato 5 Gennaio 2019 alle ore 10,30, presso la Sala Consiliare del Comune di Piglio, c’è stata la presentazione del libro “De Sindone” Nova et Vetera, della giornalista scrittrice Suor Maria Elisabetta Patrizi; alla presenza del sindaco Avv. Mario Felli, dell’ex preside Prof. Antonio Moretti