Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Il sindaco Daniele Natalia ordina la cattura dei bovini inselvatichiti che vagano liberamente sul territorio comunale: "rappresentano un rischio per la pubblica incolumità"

8 febbraio 2019

Stretta del sindaco di Anagni per ciò che concerne animali da pascolo vaganti sui terreni di proprietà pubblica: la presenza sul territorio di animali inselvatichiti che vagano liberamente sul territorio comunale provoca, secondo quanto evidenziato dall'ordinanza n. 22 del 2019, disagio e pericolo per la cittadinanza e per la circolazione di mezzi e persone che transitano specie nelle zone periferiche. Porta la data di oggi l'ordinanza sottoscritta dal primo cittadino Daniele Natalia che prevede la cattura di tutti gli animali vaganti sul territorio comunale, sia maschi che femmine e il loro sequestro amministrativo con relativa sottoposizione da parte del Servizio veterinario dell’ASL territorialmente competente alla visita e all’intervento di affidamento. Per la violazione dell'ordinanza si applica una sanzione amministrativa pecuniaria che dai 100 ai 450 euro; se il proprietario e/o detentore degli animali non provvederà entro cinque giorni lavoratorivi alla identificazione, verranno ceduti a titolo di rimborso per le spese sostenute per il mantenimento ai titolari delle stalle di sosta. Diversamente, qualora il proprietario e/o detentore degli animali non intenda rilevare la proprietà degli animali, essi saranno ceduti ad associazioni di volontariato impegnate nel campo sociale, senza possibilità di compensazione da parte delle autorità competenti e risarcimento per il proprietario.
L'ordinanza completa è consultabile, in formato .pdf, a questo indirizzo.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Cani costretti a vivere e a dormire in un balcone di pochi metri quadri nel centro storico di Anagni; i Carabinieri denunciano un giovane per maltrattamento di animali: erano denutriti e in pessime condizioni igieniche
Anagni. Zuffa tra cani, il proprietario di uno dei due accoltella l’altro; l'animale - di proprietà di una donna che abita poco lontano - è stato trasportato in una clinica veterinaria di Frosinone
L’ospedale di Anagni potrebbe aprire a breve scadenza un reparto di veterinaria. Secondo alcune indiscrezioni, ci sarebbe già un piano in tal senso e già in fase avanzata. La decisione dei vertici dell'ASL avrebbe cominciato a maturare a partire con il furto verificatosi circa un anno fa presso la sede attuale del servizio veterinaria dell’Asl, lungo la via Anticolana. Il furto avrebbe palesato evidenti lacune della struttura per quanto riguarda la sicurezza.
Collocare animali in ambienti inadatti alla loro naturale esistenza, inadeguati dal punto di vista delle dimensioni, della salubrità e delle condizioni tecniche integra la "sottoposizione a comportamenti insopportabili per le caratteristiche etologiche dell'animale" punita dall'art. 544 ter del codice penale in quanto forma di maltrattamento di animali
Per l’indicazione del candidato a sindaco del centrodestra si va verso la sfida tra Vittorio D’Ercole, ex assessore, e Daniele Natalia, ex vicesindaco di Anagni