Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Non c'è pace per la zona industriale di Anagni: le strade sono un colabrodo ma i lavori previsti dal consorzio ASI tardano ad iniziare

6 febbraio 2019

Piccoli incidenti, difficoltà a destreggiarsi tra le enormi buche che costellano il manto stradale, altissimi livelli di pericolosità nel transito: non c'è pace per le strade della zona industriale ASI di Anagni che quotidianamente sono attraversate da decine di veicoli e di tir che si recano nelle numerose fabbriche che qui hanno la loro sede. Alcuni dei responsabili di queste aziende, stanchi di sopportare quotidianamente le situazioni di disagio derivanti dalle pessime condizioni del manto stradale sconnesso e dalle buche, anzi dai crateri sparsi un po' ovunque lungo tutto il tratto - hanno pensato bene di correre ai ripari di propria iniziativa, acquistando asfalto pronto a proprie spese e utilizzandolo per riparare la via.
Nei mesi scorsi l'ASI ha annunciato di voler porre fine al problema stanziando poco meno di novecento mila euro per riasfaltare la strada che attraversa l’area industriale di Anagni, asse viario di collegamento tra la strada provinciale Morolense con la strada comunale località Paduni-Selciatella. Ad oggi, però, ancora nessun intervento è stato portato a termine e ogni giorno c'è lo stesso, triste spettacolo: autotrasportatori e operai fermi a bordo strada con pneumatici e cerchi spaccati, milioni e milioni di euro in materiali trasportati dai camion che fanno lo slalom per evitare le buche. Una situazione al limite della sopportabilità alla quale è oramai necessario porre la parola "fine".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Clamoroso furto di materiale dalla sede di un'azienda che opera nella zona industriale di Ferentino; oltre 60mila euro il valore della merce asportata. Indagano i Carabinieri
Anagni, zona industriale ASI. Presto il via ai lavori di manutenzione straordinaria dell'asse viario di collegamento tra la strada provinciale Morolense con la strada comunale località Paduni-Selciatella
I Carabinieri sventano un furto in un'azienda di caffè nella zona industriale di Anagni; refurtiva interamente recuperata ma i ladri, complice l'oscurità della notte, si danno alla fuga
Le strade della zona industriale di Patrica tornano ad imbrattarsi di liquami. Nei giorni scorsi un camion ha perso buona parte dei fanghi organici che stava trasportando. Lo sversamento di ammendante, stando ad una prima ricostruzione, sarebbe dovuto all'eccessivo carico del mezzo pesante. Proveniente da un sito industriale della zona e diretto fuori provincia, il camion ha iniziato a spargere le deiezioni lungo la strada Fosso Vadisi. Ad avvisare le forze dell'ordine di quanto stava accadendo sono stati alcuni cittadini: sul posto è arrivato un equipaggio dei Carabinieri della stazione di Frosinone. I militari, fermato il camion, hanno accertato che perdeva una grossa quantità di liquami e di sangue che stava rendendo viscida e scivolosa la strada. Hanno così richiesto l'intervento della ASL dopodiché hanno multato l’autotrasportatore prima di sovraintendere alle operazioni di bonifica dell’asfalto affidata ad un’azienda specializzata fatta intervenire dai proprietari del carico. La situazione è tornata alla normalità nel giro di un paio d'ore.
Nei giorni scorsi, nella sede di località Paduni, piena zona industriale della città dei Papi, si è tenuto un partecipato open-day per permettere alle famiglie dei dipendenti e coloro che vi hanno partecipato di visitare lo stabilimento della Aviorec srl, azienda all'avanguardia nella progettazione, industrializzazione e realizzazione di parti strutturali e componentistica in materiale composito.