Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

"Il bestiame non viaggia su pullman superlusso": bufera social contro l’ex candidato sindaco di Podenzano originaria di Anagni; la AUSL di Piacenza si riserva di adire le vie legali

la dott.ssa Pantano prova a fare chiarezza: "c'è stato un fraintendimento; non c'era nessuna intenzione di offendere o attaccare etichette offensive a nessuno" - 28 gennaio 2019

Hanno scatenato critiche e sdegno le parole pronunciate su Facebook dalla dott.ssa Silvia Pantano medico chirurgo in pensione, in passato direttore del distretto sanitario della Val Tidone (fino al 2011) ed ex candidato sindaco al comune di Podenzano, nel 2014, alla guida della lista “Sicurezza e Futuro” (appoggiata da Forza Italia, Lega Nord e Udc). La professionista, molto conosciuta anche ad Anagni di cui è originaria, ha scatenato le ire degli avventori di Facebook dopo aver risposto con un commento a dir poco inopportuno su un post pubblicato dal giornalista Enrico Mentana sul proprio profilo Facebook ed intitolato «Anszou Cissé, 19 anni. Cacciato dal Cara di Castelnuovo, “adottato” da Open». "Il bestiame non viaggia su pullmann superlusso": questa la frase della Pantano che non è passata inosservata e che la giornalista Selvaggia Lucarelli ha stigmatizzato su Twitter sotto il titolo “Senza Vergogna”. nell'articolo si raccontava la storia di un ragazzo senegalese, centravanti della squadra di Castelnuovo, improvvisamente trasferito assieme a molti altri, nel corso lo sgombero voluto dal ministero dell’Interno sulla base del Decreto Sicurezza. A Silvia Pantano - che frequentemente sulla sua bacheca Facebook posta link legati proprio al tema dell’immigrazione e della sicurezza - deve essere sfuggita la mano ed ha usato parole che potrebbero forse anche costarle una denuncia per istigazione all’odio razziale; dal canto suo la AUSL di Piacenza, a tutela della propria immagine e in virtù del fatto che sul proprio profilo di Facebook la donna riporta testualmente di essere "Direttore di Distretto presso AUSL Piacenza", sta valutando l'ipotesi di adire le vie legali.
Prosegue in queste ore, intanto, il vero e proprio assalto alla bacheca di Silvia Pantano. Visto che su Facebook compare ancora la qualifica di Direttore di Distretto presso AUSL Piacenza (e non si fa menzione del suo pensionamento) molti ne hanno chiesto il licenziamento. Molti dei commenti postati nella bacheca della Pantano molto pesanti, alcuni al limite della querela.

“Ci dissociamo totalmente da quanto scritto da Silvia Pantano: il suo commento è profondamente ignobile e offensivo e i suoi contenuti ledono la dignità e la professionalità di tutti i nostri operatori”. Lo dichiara il direttore Luca Baldino. “La dottoressa, che si qualifica impropriamente come dipendente di questa azienda sul suo profilo Facebook, non è più direttore di distretto da oltre 10 anni e ha cessato la propria attività nel luglio 2011". Ho dato mandato immediatamente ai nostri legali di valutare quali possono essere le azioni da intraprendere a tutela dell’immagine del Servizio sanitario regionale e di quello dell’Azienda stessa”.


A proposito di quanto accaduto, è la stessa dott.ssa Silvia Pantano a voler fare chiarezza; lo fa pubblicando questo post su Facebook:

Buongiorno a tutti. Volevo fare alcune precisazioni sul mio commento ad un articolo che riguardava il trasferimento degli ospiti del CARA di Castenuovo del porto. Non riesco a citare le parole precise...ma ho letto che venivano sgomberati come bestiame (?); poiché ho visto che queste persone venivano trasferiti con i dovuti modi, utilizzando pulmann più che adeguati,ho trovato impropria la definizione dell'articolo e volevo ricordare che il bestiame, nel senso stretto del termine,si trasporta in altro modo, invece queste persone venivano trattate con ogni dovuto riguardo.Tutto qui, nessuna intenzione di offendere o attaccare etichette offensive a nessuno. I primi commenti mi hanno fatto capire che il mio di commento poteva essere travisato e mi sono scusata e ho cercato di spiegare; ma penso che nessuno li abbia letti. Insulti, minacce, addirittura promesse di denuncia all'ordine dei medici e tanto di più, mi hanno convinta a cancellare e cercare di rimuovere un commento che non ritenevo offensivo, ma se così è stato mi scuso con tutti. Buona giornata.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Vincenzo De Palo (Forza Italia Anagni): "bene il confronto fra il Prefetto di Frosinone e i Comuni del comprensorio area nord Ciociaria"; ora insistere di più sul concetto di sinergia territoriale ed istituzionale"
Solidarietà e migranti: imprenditore anagnino offre casa e lavoro ad una famiglia di stranieri trasferiti dopo la chiusura del CARA di Castelnuovo di Porto
Migranti. La senatrice ciociara Kristalia Papaevangeliu (Lega): "difesa confini prioritaria, Governo si impegni in Unione Europea"
Importante incontro quello organizzato da Mauro Proietti, ex operaio della Videocon di Anagni, con il senatore della Lega Nord Gianmarco Centinaio. L'ex vicesindaco del Comune di Pavia e Assessore alla Cultura dal 2009 al 2014 nella Giunta di centrodestra guidata dal Sindaco PdL Alessandro Cattaneo è stato invitato ad Anagni per parlare dei problemi occupazionali del territorio.
Due giorni di dibattiti e approfondimenti sul tema "L'Italia e l'Europa che vogliamo"; ad organizzarli ci ha pensato Antonio Tajani, vice presidente del Parlamento europeo ed esponente di spicco di Forza Italia. Particolare attenzione sarà dedicata al tema riguardante il futuro dei giovani, alle prese con l'emergenza lavoro, e al dramma dei migranti. Senza mettere da parte la prospettiva politica del centrodestra con il nodo delle alleanze, in vista delle prossime scadenze elettorale, a cominciare dalle amministrative del 2016.