Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Rovinata, cadente, sgangherata, malandata ed abbandonata: così muore "La casetta del parco" adiacente all'Istituto "R. Ambrosi De Magistris"

23 gennaio 2019

Una piccola casetta in legno nel bel mezzo del parco "Lionello Pesoli" proprio a fianco all'Istituto "R. Ambrosi De Magistris" fino a qualche mese fa meta di tanti bambini e teatro di tante attività ludiche e di istruzione, oggi in progressivo declino, sgomberata e abbandonata, in uno stato di degrado che sta logorando questo bene chiuso ed inutilizzato che il territorio vorrebbe far rivivere. 
"La casetta nel parco", questo il nome dato a questa piccola costruzione in legno voluta a suo tempo dall'allora assessore comunale Alessandra Lalla Cecilia e realizzata e messa in funzione grazie alla generosità del consiglio di amministrazione di BancAnagni, oggi verse in condizioni di abbandono vergognose. Venne installata in loco dall'ufficio Tecnico comunale: la De Vizia, società che ha in appalto la gestione della raccolta dei rifiuti in città, mise a disposizione le suppellettili e gli arredi. 
L’assessorato ai Servizi sociali in collaborazione con la biblioteca comunale e con l’assessorato alla Cultura vi organizzava corsi e laboratori con cadenza regolare, quasi tutti tenuti da giovani volontari (Davide con i corsi di lettura, Lorena del nido comunale con i laboratori per i più piccoli creativi e di manualità, Diana per i corsi di scacchi e creativi...); per i laboratori non sono mai stati spesi soldi pubblici in quanto i materiali di consumo, le spese tipografiche, materiale di cartoleria sono sempre stati sponsorizzati da negozi del territorio che volontariamente hanno contribuito con piccole donazioni.
Oggi "La casetta nel parco" è vuota e fagocitata dall'incuria più totale. Condizioni inaccettabili per una parte di questa città sempre in cerca di spazi di socializzazione e aggregazione. Ci si augura, a questo punto, che al palazzo comunale qualcuno degli amministratori con un minimo di capacità di gestire il patrimonio della collettività prenda in mano la situazione e torni a far rivivere la casetta e quello che rappresentava fino a poco tempo fa.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Questa mattina – venerdì 2 settembre - è stata inaugurata, all'interno del giardino pubblico di viale Regina Margherita dedicato a Lionello Pesoli, la “Casetta nel Parco” donata da BancAnagni che permetterà lo svolgimento della attività didattiche e culturali per i più piccoli. Un'iniziativa dell'amministrazione comunale di Anagni guidata dal sindaco Fausto Bassetta (assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura) in collaborazione con la Biblioteca comunale “A. Labriola”.
Il presidente del consiglio comunale Giuseppe Felli, l'assessora Alessandra Cecilia e il consigliere comunale Elvio Giovannelli Protani hanno partecipato - giovedì pomeriggio - alla riapertura del parco "Lionello Pesoli" che si trova a fianco dell'istituto scolastico intitolato allo storico anagnino Raffaele Ambrosi De Magistris.
Venerdì prossimo 2 settembre alle ore 10 presso il parco giochi "L. Pesoli" di viale Regina Margherita verrà inaugurata "La Casetta nel Parco", la struttura gentilmente donata BancAnagni ove, in collaborazione con la Biblioteca comunale "A. Labriola" di Anagni e con l'assessorato alla Cultura, verranno svolte attività didattiche e culturali per i più piccoli. Con questa piccola struttura i bambini avranno la possibilità di ritrovarsi nel parco non solo per giocare ma anche per leggere libri, ascoltare racconti, seguire corsi di scacchi ed altri giochi che il Comune sta in questi giorni strutturando
Allarme ad Anagni dopo il ritrovamento di siringhe - alcune usate, altre nuove - nascoste tra l’erba del parco giochi "L. Pesoli", adiacente al plesso "R. Ambrosi De Magistris" e frequentato dai bambini che risiedono in città. «Sembra incredibile ma è tutto vero – hanno detto i genitori che hanno rinvenuto e fotografato le siringhe – dispiace constatare, inoltre, che i segnali di preoccupazione non siano stati colti da chi è deputato ad ascoltare la cittadinanza. La situazione, infatti, deve essere approfondita e bisogna trovare il prima possibile soluzioni concrete che possano ripristinare la sicurezza per le famiglie e per i bambini". Solo qualche giorno fa, in questo articolo, avevamo dato conto delle gravi condizioni in cui versa la casetta di legno inaugurata solo due anni e mezzo fa e oggi abbandonata a se stessa. I genitori, preoccupati per il macabro rinvenimento di oggi, si sono rivolti alla Polizia Locale; ora - si spera - che le siringhe vengano recuperate e correttamente smaltite.
Era stato chiuso subito dopo le festività natalizie, a pochi mesi dall'inaugurazione - avvenuta ad agosto scorso - a seguiti degli atti vandalici che avevano danneggiato notevolmente giochi e strutture. Domani - giovedì sette aprile - il parco intitolato al compianto Lionello Pesoli, anagnino purosangue dal cuore grande, riaprirà i battenti, dopo i lavori di risistemazione ed adattamento effettuati dagli operai comunali e dai LSU in forza all'ufficio tecnico comunale. "Si è trattato di gesti incivili da condannare - ha dichiarato il sindaco Fausto Bassetta - che hanno danneggiato uno dei pochi spazi verdi disponibili ad Anagni, un atto gravissimo che va a vanificare l'impegno dell'amministrazione comunale messo in campo per ristrutturare il parco giochi dopo anni di abbandono".