Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Presentata nella sala gialla la società “Global&Local” che dovrà ora occuparsi di reperire fondi europei e regionali e di sviluppare progetti per la città

17 gennaio 2019


Raccolta sistematica delle fonti dei bandi regionali ed europei e monitoraggio; analisi delle opportunità offerte dai bandi stessi tarate sulle linee di sviluppo della pubblica amministrazione; conduzione delle attività progettuali fino al reperimento del finanziamento. E' di questo - in sintesi - che dovrà occuparsi da oggi, ad Anagni, la “Global&Local”, start Up innovativa a vocazione sociale che nasce con l’intento di supportare le aziende e le realtà del territorio in tutte le fasi della progettazione necessaria all’accesso ai fondi europei. La presentazione della società, rappresentata per l'occasione dalla dott.ssa Maria Dolores Fernandez (foto a fianco, insieme a Davide Salvati), ha avuto luogo questa mattina - giovedì 17 gennaio - nella sala gialla del palazzo comunale di Anagni alla presenza, tra gli altri, del primo cittadino di Anagni Daniele Natalia, del consigliere comunale Davide Salvati e della stampa locale.
Come si è spiegato nel corso della conferenza, la società ha avuto mandato dal Comune di Anagni di occuparsi in toto della gestione e del monitoraggio durante l'iter burocratico della pratica, analizzando e controllando la documentazione prevista dal bando, verificando il corretto svolgimento del progetto secondo le linee guida presentate in fase di domanda, monitorando lo scadenziario delle tappe del progetto, per poter arrivare alla fase di rendicontazione con la documentazione completa per poter procedere correttamente alla richiesta di erogazione dei fondi. "I primi risultati? Si spera entro la fine dell'anno", ha affermato la dott.ssa Fernandez.
Ideare, progettare e gestire, insieme alla “Global&Local”, progetti e programmi di sviluppo territoriale da realizzare anche grazie all’accesso alle risorse finanziarie regionali ed europee è da oggi ancora di più uno degli obiettivi dell'amministrazione, ha spiegato il sindaco Daniele Natalia.  Sulla stessa linea anche il consigliere Davide Salvati, reduce da un master in europrogettazione, per il quale, "prepararsi ora per gestire al meglio i progetti e portare a casa le risorse messe a disposizione dall’Unione europea è una necessità e un dovere per l'amministrazione comunale e oggi con la “Global&Local”, presso cui lavora un team di professionisti ed esperti di indubbie capacità, sarà sicuramente più semplice. Per quanto mi riguarda, gi la mia figura fungerà da raccordo tra l’indirizzo politico, la parte amministrativa e lo staff della società stessa".
Intervendo, poi, sulle polemiche dei giorni scorsi, relative proprio al reperimento di bandi europei e regionali affidato alla società “Global and Local”, Davide Salvati ritiene siano "assolutamente infondate". Spiega, infatti, Davide: "La società “Global and Local” è formata da professionisti del settore dei bandi europei e regionali, strumento fondamentale attraverso il quale gli enti locali riescono a portare avanti progetti di natura strutturale. L’amministrazione comunale ha voluto affidare a questa società questa delicata materia chiudendo la parentesi triste di affidamenti ad associazioni o di tentativi malriusciti da parte dell’Ente che ha evidenziato, purtroppo, tutta l’impreparazione di chi ci ha preceduti. Per parte mia sono contento di poter lavorare accanto alla “Global and Local”, nella figura della dottoressa Fernandez e ci tengo a sottolineare, ancora una volta, il cambio di passo incisivo sulla gestione dei bandi europei e regionali da parte dell’amministrazione Natalia». La società “Global and Local” è specializzata in europrogettazione e mette a disposizione degli enti pubblici professionisti in vari campi come giuristi, ingegneri, esperti in relazioni internazionali e scienze della comunicazione, psicologi, così da poter promuovere l’uso di strumenti, azioni e metodi nell’ambito delle politiche comunitarie e del Project Cycle Management ed il trasferimento di queste competenze agli operatori sul territorio. Conclude Salvati: «La mancanza di risorse specializzate nella delicata materia dei bandi europei e regionali è una vera e propria lacuna per gli enti locali. Per ovviare a questo problema annoso ho anche frequentato un master apposito perché ritengo che il decisore politico debba avere una preparazione, almeno nelle linee essenziali, sulla materia a lui affidata. Insieme alla “Global and Local” tenteremo di aprire una stagione nuova per l’ottenimento di finanziamenti per la città di Anagni".
Sull'argomento, sollevato nei giorni scorsi da un articolo del nostro giornale, si è espresso anche il primo cittadino Daniele Natalia; "l'unica forma di analogia (tra i due affidamenti, ndr) è di ordine materiale: sia l'amministrazione Bassetta che noi ci siamo avvalsi di una società esterna; ma la mia critica di allora, è la critica che forse la dottoressa Fernandeza ha anticipato. Io ho predicato al di là dell'aspetto più personale sul quale non vorrei ritornare anche perché la dottoressa Fernandez la conosciamo adesso, per la prima volta... e mi fermo qui. Detto questo, la critica fu un impiego di risorse importanti, anche superiori rispetto a quelle che abbiamo impiegato noi, che - nei quattro anni - non è arrivato un euro di finanziamento al Comune. Qui siamo tutti per gli obiettivi; io ho avuto una programmazione della mia amministrazione. Se io fra due o tre anni il mio programma è rimasto al palo, io spoglio degli abiti da sindaco e torno a fare il libero cittadino. Oggi non esistono posizioni né di eredità, né di diritto; oggi ci si deve conquistare tutto sul campo. Allora ben venga la “Global and Local”, ben venga la delega a Davide Salvati, ma se si portano i risultati ha un senso continuare, altrimenti bisogna fare autocritica".


 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Alle critiche mosse dagli ex amministratori della giunta Bassetta sui fondi europei risponde il consigliere delegato Davide Salvati: «Credo che sia sotto gli occhi di tutti quanto magri siano stati i risultati raggiunti dalla precedente amministrazione in materia di finanziamenti europei e regionali rispetto a quelle che erano le aspettative sbandierate in campagna elettorale.
22600 euro: a tanto ammonta la somma deliberata con determinazione n. 184 per l’affidamento ad uno studio di Latina che dovrà ora occuparsi del reperimento di fondi europei e regionali per conto del Comune di Anagni. La presentazione ufficiale della Global and Local, questo il nome della società affidataria incaricata dall’amministrazione comunale,
Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani in visita ad Anagni. Il sindaco Daniele Natalia: "la città è pronta a raccogliere la sfida europea"
Anagni. Intervista al consigliere Davide Salvati, 24enne consigliere comunale di Fratelli d'Italia: "avanti con il cuore per il bene di questa città"