Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Oltre 250 cani microchippati gratuitamente dall’Accademia Kronos; il presidente del distaccamento provinciale di Frosinone: “ottima la risposta degli anagnini”

15 aprile 2018

Successo per la giornata di microchippatura gratuita che si è svolta nella mattinata di domenica ad Anagni, in località Osteria della Fontana, curata dal distaccamento provinciale di Frosinone dell’Accademia Kronos,  che ha visto il coinvolgimento di circa 250  cani. Tecnicamente il microchip è un transponder miniaturizzato, cioè un circuito elettronico microscopico; ha la forma di una minuscola capsula ed emette un brevissimo segnale solo se attivato con apposito lettore, sul quale appare una serie di quindici cifre che costituisce il "numero unico al mondo" di identificazione del cane. Esso, oltre a identificare il cane e il relativo proprietario, permette di identificare il cane smarrito riconsegnandolo al legittimo proprietario e di combattere i furti poiché il cane identificabile non è rivendibile. “La giornata di domenica –ha commentato il comandante provinciale Armando Bruni- ha come principale obiettivo tutelare i nostri amici a quattro zampe,  la microchippatura permettere di adempiere ad un obbligo di legge, nonché il ritrovamento dei cani che si smarriscono e la lotta al randagismo canino. Microchippare i cani significa non mandare i nostri amici a quattro zampe in canile e non farli soffrire e non mandarli in canile significa anche per ogni Comune non spendere per ciascuno di loro più di € 1000 all'anno. L’Asl Veterinaria di Frosinone svolge il suo lavoro in maniera egregia, ed insieme siamo siamo riusciti a creare questo feeling, mettendo in campo queste giornate di microchippatura gratuita in tutti i Comuni della Provincia, e colgo l’occasione, per ringraziare l’Asl veterinaria nella persona del dott. Antonio Messore e dott. Luciano Figliozzi. Come in tutte le altre giornate di microchippatura gratuita –ha concluso Bruni- oltre all’inserimento del microchip, rappresenta una giornata volta alla conoscenza degli obblighi di legge ed alle reali necessità dei cani che troppo spesso vengono trascurate con esiti anche nefasti per uomini ed animali”. 
                                         
 
 
 
 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Una giornata dedicata ai nostri amici a “quattro zampe”, per garantire loro il diritto a non essere abbandonati, è quella organizzata dal sodalizio provinciale Accademia Kronos in collaborazione con l’Asl di Frosinone e patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Piglio. Si tratta della “giornata dell'applicazione gratuita del microchip”
Sono stati 113 in tutto i microchip applicati gratuitamente ad altrettanti cani nella giornata di microchippatura voluta dal comune di Piglio domenica scorsa. L’organizzazione è stata all’associazione provinciale Accademia Kronos ed al suo direttivo guidato dal comandante Armando Bruni. Durante l’evento che è durato tutta la mattinata ed aperto a tutti i Comuni della Provincia di Frosinone, è stata anche l’occasione per informare i padroni sulla sterilizzazione e sui corretti comportamenti da tenere con gli amici a 4 zampe.
Si è svolto – nei giorni scorsi - il secondo appuntamento nell’ambito del calendario curato ed organizzato dalla Sezione provinciale di Frosinone dell’Accademia Kronos per la microchippatura gratuita, questa volta nel Comune di Serrone. Durante la mattinata presso la delegazione comunale in località La Forma, sono stati microchippati 50 cani, un risultato importante.
Continua la campagna di microchippatura gratuita curata dall’Accademia Kronos della Provincia di Frosinone in sinergia con l’Asl Veterinaria e con i singoli Comuni che hanno aderito. Domenica scorsa è stata la volta di Trevi Nel Lazio, dove sono stati 51 i cani microchippati. “Stiamo ottenendo sempre più consenso ed importanti risultati di adesione e microchippature – ha sottolineato il responsabile provinciale dell’Accademia Kronos Armando Bruni-
Ancora allarme per i bocconi avvelenati, dopo i due casi recenti di Trevi Nel Lazio, dove a distanza di pochi giorni sono stati rinvenuti quattro cani morti, questa volta a pagare le conseguenze è stato un cane nel Comune di Guarcino rinvenuto in località Torrita. Sul posto sono intervenute le guardie zoofile dell’Accademia Kronos coordinate dal comandante provinciale Armando Bruni. Rinvenuti altri bocconi avvelenati dalle guardie zoofile a Guarcino; il responsabile provinciale dell’Accademia Kronos Armando Bruni: “avvisi di pericolo nell’area dove è stato trovato il cane morto”