Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Avanti con la revisione del Piano Urbanistico Comunale Generale (ex Piano Regolatore): alla Regione Lazio, la prima conferenza di servizi per l'esame dell'istanza di Valutazione Ambientale Strategica

9 novembre 2017

Prosegue spedito l'iter per la revisione del Piano Urbanistico Comunale Generale (ex Piano Regolatore) che l'amministrazione comunale sta effettuando a fronte di uno strumento urbanistico che risale al 1975.

Nella giornata di ieri si è svolta, presso la Regione Lazio, la prima conferenza di servizi per l'esame dell'istanza di Valutazione Ambientale Strategica (Vas), che persegue la finalità generale di assicurare che l'attività antropica sia compatibile con le condizioni per uno sviluppo sostenibile, e quindi, nel rispetto della capacità rigenerativa degli ecosistemi e delle risorse, della salvaguardia della biodiversità e di un'equa distribuzione dei vantaggi connessi all'attività economica.

E' un processo di valutazione, integrata e partecipata, dei possibili impatti significativi sull'ambiente e sul patrimonio culturale di piani o programmi. La Vas persegue la finalità specifica di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e di contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all'atto dell'elaborazione, dell'adozione e approvazione di detti piani e programmi assicurando che siano coerenti e contribuiscano alle condizioni per uno sviluppo sostenibile.
Durante l'incontro è stato illustrato il Documento preliminare di indirizzo
e il Rapporto Ambientale dai progettisti del Piano, affidato allo studio Benevolo.
Seguiranno ulteriori incontri e a dicembre riprenderanno ad Anagni anche gli incontri sull'Urbanistica Partecipata, uno strumento essenziale per favorire la partecipazione dei cittadini ai processi di trasformazione della propria città e del proprio territorio, utile non solo per giungere all'approvazione del Pucg, ma soprattutto per mettere in comune una cultura dell'abitare e costruire un reale percorso di empowerment, di arricchimento e sviluppo della cittadinanza attiva.
Sono questi, infatti, i principali obiettivi dell'Urbanistica Partecipata: favorire il dialogo tra le istituzioni e tra le istituzioni e i cittadini; rendere patrimonio condiviso l'idea di come organizzare e dare forma al territorio; facilitare la trasmissione delle esigenze, dei bisogni e delle proposte dei cittadini nella costruzione del progetto di piano.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Il Consiglio comunale, convocato dal presidente Giuseppe Felli, torna a riunirsi martedì 7 febbraio alle ore 18.00 per discutere un importante punto: l'adozione del documento preliminare di indirizzo del Pucg (Piano urbanistico comunale generale, ex Piano regolatore generale). Si tratta della documentazione tecnica che il Comune deve adottare prima di avviare l formazione del Pucg che l'amministrazione guidata dal sindaco Fausto Bassetta ha deciso di revisionare visto che l'ultimo Piano Regolatore risale all'anno 1975.
Si torna a parlare, dopo circa quarant’anni, di piano regolatore ad Anagni. Se ne discuterà martedì prossimo nella sala gialla del Comune, all’interno di una conferenza stampa organizzata nella Sala Gialla alle 16 dalla giunta capitanata dal sindaco Bassetta proprio per descrivere questa importante novità nel settore urbanistico della città dei papi.
È stato presentato oggi pomeriggio, martedì 21 giugno, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta all’interno della Sala Gialla del palazzo comunale di Anagni, l’iter che porterà, entro un anno al massimo se tutto va bene, alla realizzazione del nuovo piano regolatore generale, o meglio del piano urbanistico comunale generale.
Ha fatto discutere, come ci si poteva aspettare, l’annuncio della decisione della giunta Bassetta di rimettere mano al piano regolatore generale di Anagni. Dopo 40 anni si torna dunque a parlare della necessità di dare una prospettiva generale allo sviluppo urbanistico cittadino. A dare la sua opinione è stato ieri Daniele Natalia, ex vicesindaco di Anagni e consigliere di minoranza.
Fa già discutere la notizia di affidare allo studio Benevolo la redazione del nuovo piano regolatore generale di Anagni. Piano che dovrebbe sostituire, tra circa un anno, il vecchio piano, datato 1975.