Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Carenza idrica in località San Francesco: il Comune chiede spiegazioni ad Acea

11 agosto 2017

Il Comune di Anagni - per il tramite dell'ing. Massimo Salvatori dell'ufficio Tecnico comunale - ha inviato una nota ad Acea Ato 5 per sollecitare la risoluzione del problema idrico che si registra quotidianamente in via Rotabile San Francesco.
 
Tramite la missiva - inviata su sollecitazione dell'ing. Paolo Lanzi, consigliere con delega alle reti idriche in forza alla compagine consiliare Progetto Anagni - si chiedono informazioni dettagliate sui disagi che da tempo subiscono numerose famiglie, ma si vuole sapere anche perché il gestore non ha dato adeguata informazioni agli utenti sulla natura del disservizio e per quale motivo non sono stati predisposti eventuali turni di erogazione dell'acqua.
Inoltre, viene comunicato ad Acea Ato 5 che gli utenti riferiscono che sia gli operatori sul territorio sia il personale del call-center parlano di problemi di natura meccanica. Anche su questo il Comune chiede spiegazioni immediate.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Questa mattina, giovedì a14 luglio, il sindaco Fausto Bassetta ha inviato un fax urgente all'Acea Ato 5 per chiedere il servizio autobotte nelle zone che da giorni sono alle prese con disagi per la mancanza di acqua.
300 euro di multa per chi utilizzerà l’acqua per scopi non domestici. Insomma, per lavare l’auto o altro. tutto per evitare carenze idriche dovute all’incremento dell’uso in zona durante il periodo estivo. Lo ha stabilito ieri il sindaco di Anagni Fausto Bassetta, che ha firmato un’ordinanza per vietare, su tutto il territorio comunale, l’uso dell’acqua potabile per scopi diversi dagli usi domestici nel periodo estivo. Il provvedimento è stato adottato, come detto, dopo la comunicazione da parte dell’Acea Ato 5, gestore del servizio idrico, circa l’incremento dei prelievi a seguito dell’aumento delle temperature. Una circostanza che causa carenza idrica, con conseguenti disagi quotidiani e problemi di natura igienico-sanitaria. Per i trasgressori è prevista una sanzione amministrativa di 300 euro. La delibera sarà vigente fino al perdurare delle condizioni di siccità e di carenza idrica.
Il Comune di Anagni, al fine di fronteggiare la crisi idrica, ha richiesto ad Acea servizi sostitutivi per garantire l'approvvigionamento di acqua alle numerose famiglie che stanno subendo disagi a causa della siccità.
Il Sindaco Pierluigi Sanna informa la cittadinanza che il Gestore del Servizio Idrico, ACEA ATO 2 S.p.a. prosegue il percorso di miglioramento della rete idrica della città di Colleferro. A tal proposito il 19 aprile eseguirà dei lavori di manutenzione sulle condotte idriche del Serbatoio Simbrivio. Per effettuare tali interventi si rende necessario sospendere il flusso idrico cittadino con le seguenti modalità :
Ferentino. Poca acqua dai rubinetti: prosegue la campagna di sensibilizzazione del movimento civico DemocraticaMente