Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Questione Marangoni, la nota de L'AltrAnagni: "Il rinnovo dell'autorizzazione ad incenerire è uno schiaffo gravissimo che la Regione ha dato alla città intera"

8 agosto 2017

Il rinnovo dell'autorizzazione a Marangoni è uno schiaffo gravissimo che la Regione ha dato alla città intera, e come da migliore tradizione lo fa in agosto pensando di passare inosservata. Il Comune aveva chiesto che il procedimento fosse trasferito al Ministero perché siamo nel SIN, è inaccettabile che la Regione abbia rilasciato l'autorizzazione nonostante sia incompetente. A questo schiaffo si deve assolutamente reagire: il Comune ha fatto ciò che doveva, si è opposto sempre, anche oltre le sue competenze. Purtroppo altre sono state le assenze gravi nel procedimento, che di certo avrebbero contribuito alla lotta portata avanti dal Comune. Ora si dovrà spostare altrove la battaglia contro questo scellerato progetto, e bisognerà essere uniti almeno in città perché evidentemente siamo soli, visto che a troppi ad iniziare da chi ci governa in Regione, non interessa affatto la salute del nostro territorio, come ben si è potuto vedere già dalle decisioni sull'inceneritore di Colleferro.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Giovedì 21 maggio prossimo alle ore 21 nella sala messa a disposizione dal "Centro Carni Monti" in via Anticolana su terrà un incontro pubblico organizzato dal comitato civico "L-assessore al bilancio Aurelio Tagliaboschi, l-altrAnagni Alberto Floridi. "L-AltrAnagni - è stato organizzato in accordo con gli impegni presi nel proporsi come forza politica nella nostra città; il nostro comitato - infatti - ha posto al centro degli obiettivi il confronto tra istituzioni e cittadini". Obiettivo dell'iniziativa è quello di fare il punto su questo primo anno di amministrazione Bassetta.
Botta e risposta tra i responsabili de L'AltrAnagni, la compagine ormai facente a pieno titolo parte della minoranza consigliare al Comune di Anagni dopo la defezione annunciata questa mattina in sede di conferenza stampa, risponde alle dichiarazioni del sindaco di Anagni dott. Fausto Bassetta pubblicate oggi pomeriggio dal nostro giornale. Ecco la nota integrale, inviata a questa redazione dall'avv. Alberto Floridi, rappresentante de L'AltrAnagni: Dalla lunga dissertazione giuridica del sindaco emergono essenzialmente due dati: il primo, un profondo livore personale per l'affronto ricevuto - e ce ne dispiaciamo; il secondo, - nella certezza che il sindaco conosca almeno gli elementi di base della giustizia amministrativa- il tentativo di sminuire in maniera maldestra le differenze tra un ricorso al TAR (che è fatto di udienze, istruttorie, misure cautelari, appelli) e un ricorso straordinario (che è deciso in via amministrativa e non prevede possibilità né di dibattimento né di appello). Se per il sindaco le due soluzioni sono equivalenti, ci dirà che è stato fatto il massimo e tutti gli anagnini dormiranno sonni più tranquilli. Cosa dire? Buona fortuna sindaco ma sopratutto buona fortuna Anagni!
Sistemata anche la terza rotatoria in viale Regina Margherita, di fronte alla farmacia Giuliani; come le altre due finora poste in opera (quella di via della Sanità e quella di piazza Ruggero Bonghi) anche questa resterà in via sperimentale per appurarne l'utilità. Anche stavolta, come era prevedibile, numerose critiche sono state sollevate circa l'effettiva utilità. Alberto Floridi, consigliere comunale di maggioranza de L'AltrAnagni, in una nota inviata a questa redazione, ha espresso perplessità riguardo alle due installate in questi ultimi giorni. Piuttosto critico anche Carlo Marino, segretario provinciale dell'IdV.
Definite nei giorni scorsi le sette commissioni consiliari permanenti del consiglio comunale di Anagni, formate da otto membri tra esponenti di maggioranza e opposizione. Ecco la composizione.
Anagni. Consiglio comunale. Scintille tra maggioranza ed opposizione sull’uscita dalla coalizione de L’AltrAnagni e sulla vicenda Marangoni