Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Conferenza dei Servizi relativa al procedimento di VIA per l’Impianto di biodigestione e compostaggio, proposto da Energia Anagni: la nota integrale di Re.Tu.Va.Sa., Anagni Viva e Comitato ODF

9 giugno 2017

Pubblichiamo di seguito integralmente il comunicato stampa congiunto di RETUVASA - ANAGNI VIVA - COMITATO OSTERIA DELLA FONTANA

Il 6 giugno 2017 si è svolta nella sede della Regione la Conferenza dei Servizi relativa al procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) riguardante l’Impianto di Biodigestione e Compostaggio, proposto da ENERGIA Anagni srl. • Alla consistente presenza dei rappresentanti di Associazioni e Comitati del Territorio, Retuvasa, Anagni Viva, Legambiente Lazio e Circolo di Anagni, Civis, Ciociaria terra di veleni, Alternativa sostenibile, ha fatto riscontro l’assenza, per molti aspetti preoccupante, dei proponenti e dell’Amministrazione Comunale di Anagni, oltre a quella degli altri enti convocati, in particolare Provincia, Arpa Lazio, Asl, Dipartimento di Epidemiologia SSR Lazio, Uffici regionali per l’ Ambiente. Poiché l’ obiettivo della Conferenza era di acquisire le Osservazioni e le relative documentazioni necessarie alla realizzazione del progetto in esame, i presenti nei loro interventi hanno sottolineato la gravità dell’assenza dei proponenti e dell’ amministrazione di Anagni. L’Area VIA, pertanto, richiederà ulteriori approfondimenti e integrazioni e, al momento, ha espresso particolare riferimento ai criteri di localizzazione degli impianti, così come previsto nel P.R. dei Rifiuti. E’ evidente che la Conferenza, pur privata del confronto tra cittadini, rappresentanti istituzionali e proponenti, si sia svolta per volontà e scelta del responsabile del procedimento e dei presenti, lasciando emergere con chiarezza, ancora una volta, la problematicità di realizzare impianti, come quello proposto, in un territorio devastato dall’ inquinamento e dalle sue conseguenze sull’ ambiente e sulla salute. Per questa fondamentale ragione si chiede al Comune di Anagni se è favorevole o no alla realizzazione dell’ Impianto.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Anagni. Saxa Gres, Colle Fagiolara, Sin e qualità dell’aria. Se ne è parlato al Coordinamento dei sindaci della Valle del Sacco
E' stata pubblicata oggi - giovedì 18 gennaio - sul Bollettino Ufficiale Regionale del Lazio l'autorizzazione ex Art.211 TU Ambiente (sperimentale) per l'impianto Saxa Gres di Anagni riguardante il recupero e il riutilizzo delle ceneri dei termovalorizzatori. L'autorizzazione è valida per la durata della sperimentazione (tre mesi) a partire dal 21 dicembre 2017.
Sul progetto di Saxa Gres di realizzare in località Selciatella un impianto di biodigestione per il trattamento di rifiuti urbani riceviamo da Viviana Cacciatori di Sinistra Italia di Anagni la nota che segue, pubblicandola in forma integrale e senza modifiche:
Anagni. Il sindaco Fausto Bassetta replica al deputato 5 Stelle Luca Frusone: "a proposito di superficialità e pressapochismo, si informi prima di parlare: non è stato siglato nessun protocollo d'intesa con la Saxa Gres"
Un altro impianto per il trattamento dei rifiuti sta per essere realizzato nell’area industriale della città dei Papi. Dopo le feroci critiche derivanti dall’ampliamento della discarica di Colle Fagiolara tra Paliano e Colleferro ora a sollevare preoccupazione tra i cittadini è il progetto per la realizzazione di un impianto di compostaggio di biodigestione e compostaggio depositato alla Regione Lazio.