Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ottocentomila euro di fondi regionali per mettere in sicurezza l'area ai piedi della cattedrale di Anagni; entrano nella fase operativa i lavori che consentiranno di osservare da vicino uno degli angoli più belli della provincia

28 aprile 2017

Ottocentomila euro di fondi regionali per mettere in sicurezza l'area ai piedi della cattedrale di Anagni; entrano nella fase operativa i lavori che consentiranno di osservare da vicino ed in tutta sicurezza uno degli angoli più belli della provincia

Pochi giorni ancora e il bando di gara per la sistemazione dell'area sottostante alla cattedrale di santa Maria Assunta, versante nord, verrà approntato dall'amministrazione comunale di Anagni così da individuare in tempi ragionevoli la ditta che si occuperà dei lavori; ad annunciarlo è l'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Anagni che ad anagnia.com si è detto "soddisfatto per un intervento che restituirà completamente uno dei luoghi più belli della nostra città alla fruizione più completa di cittadini ed appassionati". I lavori previsti - il cui importo totale di 800mila sarà finanziato con fondi di provenienza regionale - riguarderanno la messa in sicurezza e la sistemazione di due zone: la prima è quella che fa riferimento ad una frana che si è verificata diversi anni fa lungo via G. Giminiani, circa duecento metri prima dello sbocco su via O. Capo; l'altra riguarda invece l'area colpita dallo smottamento ad ottobre 2015, in concomitanza con il perdurare di alcuni giorni di pioggia. I fondi regionali ottenuti dall'amministrazione comunale daranno la possibilità di mettere in sicurezza l'intera zona. Per l'assessore Pace, "i lavori potrebbero durare alcuni mesi".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Simone Pace, è il primo degli eletti con 361 preferenze (con oltre 40 preferenze annullate).
Anagni. Il primo cittadino Daniele Natalia interviene sul caso riguardante l'assessore Simone Pace: "a breve una riunione tra me, lui, ed i gruppi politici che compongono la maggioranza"
Il Comune di Ferentino rende omaggio ad un eroe della pace e della libertà, nel dodicesimo anniversario della scomparsa. Il 21 gennaio 2005, infatti, il Maresciallo capo dell’Esercito Italiano Simone Cola, impegnato nell’Operazione Antica Babilonia in Iraq, rimaneva vittima della strage di Nassyria. Già l’Amministrazione comunale aveva intitolato al maresciallo la scuola primaria del I Istituto comprensivo, ora aggiunge anche quella di una diramazione dell’attuale via Casilina nord, nel quartiere di Pontegrande.
L'assessore ai Lavori Pubblici Simone Pace, insieme ai responsabili dell'Ufficio tecnico ed all'architetto Alberto Coletti Conti responsabile del progetto, si è recato in Via San Michele per un sopralluogo. L'architetto Coletti Conti e l'assessore Pace hanno dichiarato:
Non c-è subito pronto chi la pensa in modo contrario. Scommettiamo che se il senso unico a via G. Giminiani verrà tolto ci sarà chi avrà da ridire anche su questo?