Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Nuova numerazione civica comunale, la prof.ssa Anna Natalia: "confermo la mia opinione critica sulla soppressione dei numeri romani nelle denominazioni di strade e piazze"

12 maggio 2016

La prof.ssa Anna Natalia, presidente dell'associazione Anagni Viva, ci invia - per la pubblicazione - la seguente lettera inviata a Paolo Caciolo, responsabile della Nuova informatica S.r.l., società di servizi per la P.A.  incaricata dall’Ente per l’aggiornamento della Toponomastica e della Numerazione Civica Comunale, in risposta alla sua nota pubblicata da questa redazione qualche giorno fa.

Gentile Paolo Caciolo,

conoscevo la Circolare Istat, resa nota nel gennaio del 2014, e sapevo che l’ Amministrazione Comunale di Anagni avrebbe proceduto all’ aggiornamento della numerazione civica, applicandone le direttive.

Lessi all’ epoca la circolare, non senza le perplessità che vennero espresse anche da alcuni commentatori sulla stampa e, purtroppo, per me, mi sfuggirono le disposizioni sui “numeri romani” ( Informativa Istat del 6/5/2014 e aggiornamento 27/11/2014, punto 6, pag. 11 “ le indicazioni numeriche… devono essere espresse in lettere….” ) per fretta o perché non dispongo delle “competenze tecniche adeguate”(quali?), come lei sottolinea, con particolare garbo.

Tutto procede, quindi, in ottemperanza alle Leggi che vanno applicate, doverosamente.

Tuttavia, per quanto mi riguarda, confermo la mia opinione critica sulla soppressione dei numeri romani nelle denominazioni di strade e piazze che, tra l’ altro, non andrà nella direzione di semplificare e facilitare, anzi, in taluni casi, produrrà conseguenze fastidiose; immaginiamo di dover indirizzare una qualsiasi corrispondenza in Via Giovanni Ventitreesimo, Via Giovanni Paolo Secondo, o Via Ventiquattro Maggio , e così via. Complicazioni inutili.

Era sufficiente un po’ di sano buonsenso per evitarle, che mi sembra non esserci stato, per cui, come lei suggerisce, debbo rivolgere la mia opinione critica all’opera del Legislatore, e non ho difficoltà a farlo.

Ho apprezzato le sue diligenti informazioni alle quali ricorreremo nelle future e necessarie occasioni e con ciò intendo chiusa la questione. Non mi appartengono né mi interessano le polemiche facili e futili.

Buon lavoro e cordialità.

Anna Natalia



TI POTREBBERO INTERESSARE

Non si è fatta attendere la nota di replica di Paolo Caciolo (foto a sinistra), responsabile della Nuova informatica S.r.l., società di servizi per la P.A. incaricata dall’Ente per l’aggiornamento della Toponomastica e della Numerazione Civica Comunale, al comunicato inviato sabato mattina 7 maggio a questa redazione dalla prof.ssa Anna Natalia, presidente dell'associazione Anagni Viva.
Di seguito pubblichiamo integralmente una nota pervenuta in redazione dai responsabili di Anagni Viva, l'associazione che fa capo alla prof.ssa Anna Natalia che si occupa di preservare e valorizzare i beni artistici ed architettonici del territorio. Ringraziamo i responsabili di Anagni Viva per aver condiviso con la nostra redazione e con i nostri lettori il testo che segue:
Sono in corso ad Anagni i lavori per l’aggiornamento della numerazione civica che segue l’approvazione della ricognizione e adeguamento della toponomastica stradale alle nuove normative e alle regole di standardizzazione definite dall’Istat.
Alle ore 15 di questo pomeriggio, venerdì 12 dicembre, nella chiesa di Santa Maria della Pietà a Pantanello di Anagni si terranno i funerali del giovane Jonathan Caciolo, l'operaio rimasto ucciso nel terribile incidente che si è verificato mercoledì scorso nello stabilimento Multipack di via Morolense ad Anagni.
Giornata speciale quella di domenica 29 gennaio per l’anagnino Angelo Caciolo. Che oggi taglia il fatidico traguardo dei 50 anni.