Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Questione Medjugorje: il vescovo Loppa controbatte a Paolo Brosio

26 ottobre 2014

“Ma le pare che Bernadette o i poverelli di Fatima oggi andrebbero in giro a fare incontri pubblici, magari con tanto di biglietto”? Non ha avuto molti peli sulla lingua Lorenzo Loppa, vescovo della diocesi Anagni-Alatri, nel tornare sulla vicenda della lettera scritta ai fedeli di Fiuggi per “vietare” la partecipazione agli incontri organizzati con veggenti che si rifanno alla Madonna di Medjugorje. Una posizione che aveva destato molto scalpore. Tra l’altro, originando la replica piccata di Paolo Brosio, noto giornalista televisivo da tempo devoto della Madonna di Medjugorje. “ Ringrazio Brosio - ha detto oggi Loppa - che non conosco ma che ha detto di pregare per me. Ho rispetto per lui, per la Madonna di Medjugorje e per i veggenti. Dico solo che non c’è nulla di provato riguardo al suo culto e dunque, secondo me, non possono essere legittimate iniziative su una questione del genere. Poi, se il Papa dovesse legittimare questa cosa, prometto che mangerò la mia lettera davanti a tutti. Ma al momento le cose stanno così”. Loppa ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalla scarpa, soprattutto in tema di spettacolarizzazione della religione. “Quando girano tanti soldi c’è sempre qualche pericolo. Guardate Fatima; nonostante la rilevanza del fenomeno, in quel santuario si respira un’aria di povertà che non vedo in altre zone. Non si possono organizzare eventi di tipo religioso andando in giro a proporre biglietti. Non si può sfruttare una cosa del genere”.

Paolo Carnevale


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sulla vicenda del Bambinello di Gallinaro è intervenuto anche il vescovo di Anagni-Alatri Lorenzo Loppa.che già si era occupato di questioni simili a proposito della vicenda della veggente di Medjugorje Vicka Ivankovic. Prima questione; la scomunica comminata da Papa Francesco; "il Papa ha dato ampia possibilità di fare marcia indietro a chiuque si ravveda rispetto alle posizioni che sono state portate avanti.

Anagni. Il vescovo Lorenzo Loppa: "apparizioni? Prima bisogna accertare la sicurezza della sovrannaturalità"; gli risponde Paolo Brosio: "Medjugorje è Fede autentica. Diteglielo"

Il prelato coglie l'occasione anche per dire la sua sulla questione dei pellegrinaggi: "vorrei che ne partisse uno solo e non tre diversi"
“Da sempre ripeto le stesse cose. Che sono poi cose di buon senso. Su cose come le apparizioni bisogna accertare la sicurezza della sovrannaturalità”. Il vescovo di Anagni Lorenzo Loppa ha confermato, dopo le parole del Papa (“Veggenti? Non è vera fede cristiana”), quello che aveva detto lo scorso autunno in merito alle polemiche scatenate dalla sua richiesta, fatta ai cristiani della sua diocesi, di non andare all’incontro organizzato a Fiuggi con la signora Vicka Ivankovic, “veggente" legata con i fenomeni di Medjugorje.
“Se anche solo una persona avesse deciso di non partecipare a quel raduno, io sarei comunque soddisfatto”. Non si è fatta attendere la puntualizzazione del Vescovo della diocesi di Anagni-Alatri, don Lorenzo Loppa, ad un paio di giorni di distanza dalla assemblea pubblica di Fiuggi con la veggente di Medjugorje, tenutasi sabato e domenica scorsa. Continua a leggere...
In una circolare inviata ai vicari foranei e ai parroci della sua Diocesi, Mons. Lorenzo Loppa vieta a fedeli e clero di partecipare a incontri di preghiera legati ai "fenomeni di Medjugorje". La nota riguarda "incontri o celebrazioni pubbliche nelle quali verrebbe data per scontata l'attendibilità di tali fenomeni". Continua a leggere...