Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni, parte la realizzazione del parcheggio a pagamento presso la stazione ferroviaria

16 luglio 2014

Inizia l’iter per la realizzazione del parcheggio a pagamento presso la Stazione ferroviaria del Comune di Anagni. Con l’ordinanza 121/14 infatti, oggi pomeriggio il Comune ha disposto il divieto di parcheggio dalle 6 del 19 luglio alle 20 del 20 luglio, proprio per permettere la sistemazione delle linee blu nella zona del parcheggio ferroviario.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sulla vicenda dei parcheggi a pagamento presso la stazione ferroviaria di Anagni, che nelle ultime ore ha generato diverse polemiche, attraverso una nota il sindaco Bassetta qualche minuto fa ha precisato che
Sono in arrivo nuovi cento posti auto nell’area della stazione ferroviaria di Anagni, tutti gratuiti. Verranno realizzati nell’area di proprietà della Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) che nei mesi scorsi ha ricevuto la richiesta di concessione da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Fausto Bassetta. Un’iniziativa intrapresa per sopperire alla carenza di parcheggi a servizio della stazione ferroviaria, che Rfi ha sostenuto con la concessione della zona, da tempo abbandonata.
“I parcheggi a pagamento- propone ad Anagni l’Idv locale in una nota- sono già dannosi per cittadini e commercianti: è un dovere dell-integrazione e non i verbali di violazione per i ticket parcheggio scaduti.
L'enorme gru che fino al 10 ottobre scorso faceva bella mostra di sé a Largo Piscina ha lasciato il posto a tre posti auto riservati alle persone diversamente abili. I parcheggi sono stati realizzati nel corso della giornata di venerdì venti marzo; eccoli, nelle foto realizzate da Daniela Pesoli, addetto stampa del comune di Anagni, che ringraziamo.
In merito alle polemiche per i nuovi parcheggi a pagamento nella zona di Piscina, è arrivata questa mattina una nota in redazione, inviata dall'ufficio stampa di Palazzo Jacopo da Iseo, sede comunale. Vi si legge quanto segue: le strisce blu realizzate vanno a compensare i posti macchina a pagamento eliminati da piazza Innocenzo III per ridare decoro a un’area di grande valenza turistica. Nel centro storico, quindi, i parcheggi a pagamento non sono aumentati, anzi sono di meno in quanto quelli istituiti a Piscina sono in numero inferiore rispetto alle strisce blu rimosse.