Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Casale Stefanucci, individuati i responsabili della discarica a cielo aperto

28 giugno 2014

Due volte stupidi: la prima perché potrebbero godersi un'ambiente più salutare, l'altra perché hanno abbandonato rifiuti di ogni genere lasciando bene in vista ricevute di pagamento nominative, libri di testo con tanto di nome e cognome della studentessa che li ha usati per tutto l'anno scolastico, indirizzi e riferimenti vari, tutti riconducibili a uno stesso nucleo famigliare. Non hanno impiegato molto Anna Laura e Claudio, agenti della Polizia Municipale, ad individuare i responsabili dello scempio che si trova in via Casale Stefanucci (vecchia strada romana); armati di guanti antitaglio per cercare indizi che riconducessero ai veri proprietari dei rifiuti, non hanno avuto difficoltà infatti a rinvenire le prove che cercavano. Tanti libri di scuola - con il nome di una ragazzina che ha frequentato quest'anno la prima media al II Circolo Didattico, tagliandi assicurativi vecchi di 6/7 anni, documentazione varia, vecchie foto e, addirittura, vecchie buste paga con tanto di nome, cognome, indirizzo e data di nascita dello svergognato sporcaccione che ora dovrà pagare una multa salatissima. Comportamenti questi che non fanno altro che appesantire i bilanci delle amministrazioni comunali, che devono spendere risorse importanti per la bonifica di discariche abusive e non raggiungono gli obiettivi imposti dalla legge nella raccolta differenziata. Insomma, un costo per tutta la comunità. "Siamo soddisfatti il lavoro portato a termine oggi dalla Polizia Locale e per l'efficace attività di controllo e di repressione in materia di discariche non autorizzate e di abusi edilizi - hanno affermato alcuni residenti costretti a vivere a pochi decine di metri dalla discarica in questione". La tutela dell'ambiente e del territorio deve rappresentare una priorità dell'attività gestionale della Polizia Municipale, cui è affidato un ruolo di primo piano, sia per la stretta vicinanza al territorio, che per le attribuzioni di funzioni di Polizia giudiziaria. Congratulazioni ad Anna Laura e a Claudio, dunque, per la riuscitissima operazione portata a termine grazie anche al coordinamento del Ten. Roberto Necci.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Se è vero che i gatti hanno sette vite, per questo micio anagnino una almeno può dirsi andata; e se può liberamente godersi le altre sei che gli restano lo deve certamente a due agenti della Polizia Municipale di Anagni, Claudio Palombo e Anna Laura Olevano, e a Franco Maggi, vera e propria istituzione cittadina, titolare, assieme ai figli, di una ferramenta storica che ha sede nella città dei Papi. Una volta salito su un albero particolarmente alto, l-hanno fatta a recuperare l'animale.
Venerdì 11 novembre la polizia municipale di Paliano ha sanzionato alcuni cittadini residenti nel comune di Piglio per aver abbandonato rifiuti in località Colle S.Quirico. Dopo i necessari accertamenti, si è provveduto a contestare l’infrazione con apposito verbale e una multa di seicento euro.
Primo incendio della stagione - giovedì pomeriggio - sul monte Scalambra di Serrone; e mentre le forze di polizia sono impegnate, in queste ore, a tentare di stabilire l'esatta causa che ha provocato il rogo, l'amministrazione comunale capitanata dal primo cittadino Natale Nucheli ha tenuto a ringraziare pubblicamente quanti hanno contribuito a spegnere l'incendio, "a partire dalla protezione civile di Serrone, Paliano, Piglio, Roiate, Olevano Romano e Affile al Corpo Forestale ai Vigili del Fuoco ai due elicotteri della protezione civile regionale alla Polizia Municipale e ai numerosi cittadini".
Rifiuti buttati in aperta campagna, nel più elementare spregio di ogni norma civile, e senza la benché minima considerazione dei diritti degli altri. Insomma, una vera discarica all’aperto. Opera di chi, magari, poi si lamenta anche della cattiva gestione del servizio rifiuti. Continua a leggere...
Aveva cercato di aggredire gli uomini della Polizia Municipale che lo stavano sfrattando. I carabinieri lo hanno arrestato. È successo a Ferentino.