Sentieri ombreggianti, piste ciclabili, un’area pic-nic, punti ristoro, aree didattiche per bambini, senza nessun biglietto di ingresso se non quello del rispetto del luogo: da oggi – grazie all’intervento della famiglia Ruffo – torna ad essere pienamente fruibile il Bosco di Paliano, la nuova area verde distribuita su trenta ettari all’interno del Monumento Naturale “Selva di Paliano e Mola di Piscoli”, completamente riqualificata e resa più bella, sicura e funzionale per famiglie e sportivi.

All’inaugurazione che si è tenuta oggi ha preso parte anche il sindaco di Paliano Domenico Alfieri che ha dichiarato: “l’iniziativa, supportata dal Comune di Paliano e dalla Regione Lazio, rispecchia il pensiero di don Antonello Ruffo di Calabria, che decenni fa era riuscito a creare dal nulla il meraviglioso Parco Uccelli. Oggi, la famiglia Ruffo torna e si fa promotrice di una straordinaria riapertura all’insegna anche del “turismo green” grazie a tutte le attività “plastic free” concepite nell’area. Un evento che rientra nella memoria collettiva della città di Paliano e verso il quale poniamo tutta la nostra fiducia come Amministrazione e i nostri migliori auguri”.

Ad allietare musicalmente quanti sono intervenuti oggi all’evento inaugurale, gli Hernicantus il gruppo palianese di musica popolare del centro sud Italia, e le compagnie di danza popolare Saltallara e Cotula.

Durante il fine settimana verrà allestito un punto ristoro, le famiglie potranno beneficiare di un’area didattica per i bambini e potranno avvicinarsi ai progetti dell’attività circense. Ci sarà la possibilità di noleggiare biciclette per grandi e piccini, e fare passeggiate a cavallo. L’iniziativa, con il supporto del Comune di Paliano e della Regione Lazio, vuole essere una prima immediata risposta ai lunghi mesi di chiusura a cui l’emergenza sanitaria ha costretto tanti cittadini del territorio.