La giunta regionale del Lazio ha approvato una delibera che stanzia 400.000 euro per promuovere nel sistema regionale delle aree protette del Lazio un programma di iniziative destinate a bambini, ragazzi e famiglie, da realizzarsi a partire dal termine dell’anno scolastico, affidandone il coordinamento alla Direzione regionale Capitale naturale, parchi e aree protette e la realizzazione agli enti di gestione delle aree protette.

“Una iniziativa – si legge in una nota inviata a questa redazione – che va a unirsi a quelle del “Piano per l’infanzia, l’adolescenza e la famiglia”, nata dalla sinergia e dalla stretta collaborazione tra i diversi Assessorati, le direzioni, e il confronto con i consiglieri regionali, a sostegno delle famiglie del Lazio”.

“La Regione Lazio vuole essere vicina ai suoi cittadini, dai bambini agli anziani, e sostenerli nella gestione di un momento particolare come quello attuale, di ripresa dall’emergenza Covid19 e di elaborazione di una nuova visione di vita quotidiana che prevede inevitabilmente la convivenza con il virus”, ha dichiarato Enrica Onorati, Assessore regionale all’ Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali. Che, poi, ha aggiunto: “gli spazi all’aria aperta hanno dimostrato di poter consentire il rispetto delle regole di distanziamento e di essere funzionali a un corretto stile di vita, di salubrità non solo fisica ma anche mentale.

Le iniziative che andremo a proporre in tutti i Parchi del Lazio saranno dirette a promuovere il movimento, il gioco, il rispetto e la conoscenza della natura, complementari a quelle svolte nei centri estivi, ragion per cui saranno svolte dal venerdì pomeriggio alla domenica; gratuite e svolte nel rispetto delle regole nazionali e regionali in tema di sicurezza sanitaria legata al covid19 – ha concluso la Onorati – Invito tutti a godere del nostro meraviglioso patrimonio naturalistico, vivendo i Parchi del Lazio e beneficiando, sempre in maniera consapevole e responsabile, delle tante iniziative all’aria aperta che la Regione proporrà”.