I Carabinieri del locale Comando Stazione Carabinieri di Ferentino, coordinati dal mar. Raffaele Alborino, in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della detenzione in carcere emesso dalla competente autorità giudiziaria di Frosinone, hanno proceduto ad arrestatre il 24enne del luogo, già gravato da vicende penali per reati contro la persona ed il patrimonio nonché in atto sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione poiché ritenuto responsabile di alcuni furti commessi a Ferentino nel mese di gennaio 2020.

“Il provvedimento restrittivo di ieri – si legge in una nota inviata a questa redazione dal Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone – è stato emesso dall’autorità giudiziaria poiché concordava pienamente con le risultanze investigative raccolte dai militari che riuscivano a documentare la inconfutabile colpevolezza dell’uomo nella commissione dei reati di evasione e rapina impropria in danno di una giovane di Ferentino e commessi il 10 giugno scorso, nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari”.

In quella data, difatti, dopo essersi allontanato dalla propria abitazione e, incurante delle prescrizioni derivanti dalla misura detentiva a cui era sottoposto, il giovane si è recato in una pubblica via dove ha rubato una banconota da 20€ ad una passante.