alcuni componenti dell'associazione Diritto alla Salute. Da sinistra: Alessandro Compagno, Cinzia Belardi, Alessandra Marocca e Silvano Haag

Con una lettera aperta inviata al presidente della Provincia di Frosinone avv. Antonio Pompeo, l’associazione “Diritto alla Salute” con sede in Anagni e da tempo impegnata nella salvaguardia e nella tutela della Sanità pubblica nel territorio dell’area nord della provincia di Frosinone torna a chiedere misure più incisive per garantire la sicurezza stradale sul territorio.

“Ci sono delle strade come la via Casilina che sono pericolose perché mancano di tutto: dalla segnaletica verticale e orizzontale, all’integrità del manto stradale con buche senza segnaletica. E i controlli sono modesti”, spiegano dall’associazione.

“Chiaramente – si legge ancora nella lettera firmata dalla segretaria dell’associazione Cinzia Belardi e condivisa da tutto il consiglio direttivo – non tutto ricade sotto la Sua giurisdizione, ma in qualità di presidente della Provincia di Frosinone Lei deve pretendere che siano garantiti i cittadini e quindi la loro sicurezza e incolumità. Altrimenti conteremo ancora troppe vite spezzate, soprattutto giovani”.