Alla proposta dei responsabili del comitato di quartiere Cerere, presieduto dall’avv. Luca Santovincenzo di modificare il sistema di viabilità del centro storico cittadino oggi risponde il sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia. Sue le parole che seguono.

“La proposta fatta dal Quartiere Cerere per il ripristino del senso di marcia da Porta Cerere a Largo Zegretti è stata già da tempo sottoposta al Comando di Polizia Locale, unico organo deputato a stabilire la fattibilità tecnica delle domande e delle proposte relative alla viabilità sul territorio comunale. Invertire l’attuale senso di marcia non è attuabile per tutta una serie di fattori ma l’amministrazione comunale verrà comunque incontro alle richieste del comitato Quartiere Cerere in quanto sappiamo bene che l’obiettivo è quello di pedonalizzare completamente il tratto di strada che va da Largo Zegretti a Porta Cerere.

Il comandante della Polizia Locale Roberto Necci ha a tal proposito suggerito di vietare la circolazione da Largo Zegretti a Porta Cerere tranne che per i residenti ed per il carico-scarico merci in orari prestabiliti ed è questo il provvedimento che ci apprestiamo ad approvare.

La navetta che serve le strade del centro storico deve necessariamente percorrere per lungo il tratto da Porta Santa Maria a Porta Cerere e quindi il senso di marcia resterebbe lo stesso, con la differenza però di ridurre effettivamente il volume del traffico.

Se il Quartiere Cerere vuole inoltre portare avanti l’idea di interdire quel tratto di strada anche ai residenti dopo le 18:00, come già lo scorso anno c’era stato prospettato, siamo pronti a valutare la proposta purché pervenga per iscritto al Comune ed in accordo con i commercianti della zona. Quando infatti una proposta oltre ad essere ragionevole è anche tecnicamente fattibile l’Amministrazione è aperta alla collaborazione fattiva con i cittadini“.