Un lavoro svolto costantemente, già dal 2012 nel campo della ricerca storica, della promozione turistica e culturale di Ceccano e dei paesi limitrofi un tempo parte della sua antica Contea e nella valorizzazione del Castello dei conti, che non si è fermato neanche con il triste periodo dell’emergenza sanitaria in corso ma che – anzi – si è intensificato con le pubblicazioni, curate da Andrea Selvini ed Eleonora Di Mario che si occupano delle pagine dell’associazione, al fine di donare delle pillole di storia del centro storico e del maniero ceccanese.

Parliamo dell’associazione Cultores Artium: “dall’undici maggio, con la formula “#iorestoacasa, se non puoi venire al castello, il castello viene da te, sono stati creati dei post sulle pagine Facebook e Instagram dell’associazione”, si legge in una nota inviata a questa redazione. E, ancora: “attraverso gli splendidi scatti donati dai fotografi venuti a visitare il castello in passato, si è proposta una visita virtuale e giorno dopo giorno, per circa un mese, si è ricreato il percorso di visita proposto ai turisti.

Così facendo siamo riusciti allo stesso tempo, a far rivivere dei momenti piacevoli passati con noi a coloro che hanno già visitato il castello, e a stuzzicare la fantasia di coloro che non lo conoscevano ancora, per incentivarli a venire a scoprirlo non appena sarà terminato questo periodo di quarantena.

A seguire sono state pubblicate pillole di storia sul castello, coadiuvate da foto storiche e mappe ed infine dei post sugli antichi possedimenti medievali dei conti di Ceccano. Ogni giorno abbiamo raccontato quindici borghi che un tempo erano correlati alla contea, raggiungendo risultati eccezionali con la pagina del castello e riuscendo a prendere nuovi contatti con alcune amministrazioni e comunità dove non eravamo riusciti in precedenza.

Siamo molto soddisfatti del nostro lavoro e siamo stati ricompensati dai numeri: il post su Carpineto Romano ha raggiunto 15,000 visualizzazioni, 150 condivisioni e 130 like, quello su Maenza 110 like, quasi 10mila visualizzazioni e quasi 100 ricondivisioni. La pagina del Castello ha superato i 4000 like ed è diventata molto seguita nei paesi dei Lepini.

Abbiamo avuto modo di conoscere persone, associazioni e amministratori locali molto disponibili, come per Montelanico, Gorga e Sezze ed abbiamo allargato ancora di più la rete delle nostre collaborazioni nel progetto sul circuito turistico della contea di Ceccano, un sogno che a poco a poco si sta realizzando. Sempre grazie ai social è cominciata una proficua collaborazione con la pagina Monti Volsci – Anima selvaggia del Lazio che ha curato alcuni interessanti post su Ceccano, integrandoli nel contesto geonaturalistico e storico dell’intera catena.

Con le pubblicazioni sui borghi della contea abbiamo dato inoltre la possibilità a coloro che ci seguono, di fare dei viaggi a Km0 per scoprire le meraviglie del nostro territorio, progetto valorizzato ulteriormente attraverso le dirette su Instagram dalla dott.ssa Roberta Cassetti.

Sulla pagina “Visit Ceccano” sono stati intensificati i post con luoghi d’interesse di Ceccano e numerose cartoline in bianco e nero originali scansionate dall’associazione Cultores, per ricordare come eravamo e fare tesoro dei nostri luoghi d’interesse e della storia cittadina. Altre interessanti pubblicazioni sono state curate dalla vicepresidente Sara Carallo sulla pagina del Cammino della Regina Camilla, innovativo progetto che prenderà il via nei suggestivi borghi della Valle dell’Amaseno. In sintesi, per noi di Cultores, la promozione e l’amore per il territorio non sono mai “andati in quarantena”, anzi, abbiamo cercato di utilizzare in maniera oculata i social con la speranza di aver allietato con i nostri post e racconti virtuali, questo momento molto delicato”.