Carabinieri ciociari in prima linea nel contrasto dell’inosservanza alle disposizioni di al D.L. 19/2020 (relativo all’attuale emergenza nazionale del Covid-19) e altro. In tale contesto i Comandi dipendenti, in tutte le articolazioni operative, hanno proceduto a:

COMPAGNIA DI CASSINO:i militari dei Reparti dipendenti della Compagnia, a Cassino e San Vittore del Lazio, hanno sanzionato amministrativamente per inosservanza dei divieti imposti dal Decreto cinque persone, di cui due cassinati sorpresi senza giustificato motivo nei pressi dell’abitazione di una persona sottoposta agli arresti domiciliari; un napoletano sorpreso aggirarsi senza giustificato motivo in Cassino; un romano controllato nei pressi della Stazione ferroviaria senza motivo o comprovata esigenza ed infine in San Vittore del Lazio è stato sanzionata una persona proveniente dalla Capitale che a seguito del controllo riferiva di essersi recata in quel luogo per acquistare un’autovettura senza però essere in grado di indicare il venditore;

a Cassino, i militari della locale Stazione, nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio hanno hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di resistenza a pubblico ufficiale M.V., 29 del luogo, (già censito per reati contro la persona, il patrimonio e gli stupefacenti). L’uomo, alle ore 05.15 circa di questa mattina, intercettato sulla Via Casilina all’altezza di un noto centro commerciale a bordo della propria autovettura Fiat Panda, non si fermava all’alt impostogli dirigendosi verso il centro di Cassino. I militari prontamente si ponevano al suo inseguimento tra le vie del centro abitato che si protraeva per diversi minuti, con grave pericolo per la circolazione stradale, in quanto in diversi tratti la vettura inseguita procedeva anche contromano. L’inseguimento terminava fuori del centro abitato con l’ausilio di altro equipaggio che chiudeva la strada. Nel corso di perquisizione personale e veicolare, il prevenuto veniva trovato in possesso di una siringa usata ed un fazzoletto sporco di sangue, il tutto sottoposto a sequestro unitamente all’autovettura utilizzata per la fuga. L’arrestato, espletate le formalità di rito veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo;

COMPAGNIA DI PONTECORVO: i militari dei Reparti dipendenti della Compagnia, a Pontecorvo, Castrocielo, Arce e Roccasecca, hanno proceduto a sanzionare amministrativamente 14 persone le quali, nonostante i divieti imposti dal Decreto, sono state sorprese mentre si aggiravano a bordo delle proprie autovetture senza giustificato motivo o comprovate esigenze.

Nel medesimo contesto, i Carabinieri della Stazione di Roccasecca hanno eseguito perquisizioni personali con esito negativo, nei confronti di tre giovani della zona (già censiti per reati contro il patrimonio, la persona, in materia di sostanze stupefacenti ed armi), dando esito negativo;

ad Arce, i militari della locale Stazione, nell’ambito di servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone per uso di sostanze stupefacenti, un 31enne del luogo (già censito per reati specifici e contro il patrimonio). L’uomo, che a seguito del controllo assumeva un atteggiamento sospetto, è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di hashish, sottoposta a sequestro;

COMPAGNIA DI FROSINONE: i militari della Stazione di Frosinone Scalo hanno sanzionato amministrativamente per il mancato rispetto delle misure di contenimento di cui al D.L. 19/2020 una donna residente a Roma, sorpresa aggirarsi a piedi per le vie del centro senza giustificato motivo o comprovata esigenza. Nei confronti della stessa (già censita per reati contro il patrimonio), è stata inoltre avanzata la proposta per l’applicazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Frosinone.
Dall’inizio dell’emergenza nazionale COVID-19 i militari dipendenti la Compagnia Carabinieri di Frosinone hanno effettuato controlli nei confronti di 1.230 esercizi pubblici ed oltre 5.422 persone;

COMPAGNIA DI ANAGNI: a Ferentino, i militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente sei persone le quali, nonostante i divieti imposti dal Decreto, sono state sorprese in assembramento e lontane dalle rispettive abitazioni senza giustificato motivo o comprovate esigenze.