Anagni vista da monte Porciano

Rischia di aprire un nuovo fronte polemico tra maggioranza ed opposizione ad Anagni la richiesta del circolo locale del Partito Democratico di una collaborazione tra governo e opposizione di Anagni per superare il prima possibile e nel miglior modo possibile la delicata fase dovuta all’emergenza del coronavirus. Emergenza che proprio in questi giorni sta cominciando a vedere l’alba della fase 2, quella della lenta ripresa della normalità. Nei giorni scorsi, come noto, a sollecitare questa collaborazione era stato il segretario del Partito Democratico della città dei papi Egidio Proietti. Che aveva ricordato le iniziative del Partito Democratico a livello nazionale regionale e locale per superare l’emergenza dovuta al coronavirus. Ed aveva sollecitato l’amministrazione locale, capitanata dal sindaco Daniele Natalia, a collaborare proprio per cercare di superare le difficoltà di tutti.

La replica è arrivata ieri pomeriggio. Il primo cittadino ha accettato di buon grado la richiesta di collaborazione del segretario del principale partito dell’opposizione in città. Ma ha anche maliziosamente ricordato che “fino ad ora ho sempre collaborato in maniera molto positiva con tanti esponenti del Partito Democratico, dal segretario locale Proietti, fino a De Angelis e Buschini.

L’unica persona che non ho avuto ancora il piacere di incontrare, da quando è iniziata l’emergenza covid-19 ad Anagni, è stato proprio il consigliere comunale del Partito Democratico Sandra Tagliaboschi. Con la quale, al di là di un fugace saluto qualche tempo fa all’interno del Comune, non ho avuto praticamente nessun contatto. Ho saputo che si è fatta sentire solo – ha ricordato il sindaco – per una richiesta di accesso agli atti per la vicenda della distribuzione delle mascherine alla cittadinanza. Questione peraltro gestita dal capo della polizia locale Roberto Necci. Spero però comunque – ha concluso il sindaco – che questa collaborazione possa esserci davvero”.