il team, tutto al femminile, del reparto di Ostetricia dell'ospedale "F. Spaziani" di Frosinone; la seconda da destra è la dott.ssa Laura Scarpa

Come di consueto ogni anno, in questa giornata, si celebra a livello internazionale la figura dell’Ostetrica/o. L’Ostetrica/o svolge la professione più antica del mondo e, se una volta rappresentava il sapere trasmesso da “donna a donna”, oggi è un professionista che vanta una formazione universitaria.

Da sempre accanto alle donne ed alla famiglia per tutto il ciclo della vita, senza discriminazione alcuna, l’Ostetrica/o, ormai tenuta all’iscrizione all’albo ed al rispetto del codice deontologico, svolge il proprio lavoro in ambito ospedaliero, territoriale e libero professionale in autonomia o in ambito multidisciplinare (…dalla gravidanza al parto, fragilità, puerperio, allattamento, cura del pavimento pelvico, strumentista di sala operatoria dedicata, competenze in materia di violenza sessuale e nei confronti di donne immigrate, promozione delle vaccinazioni e cura del neonato…).

Le Ostetriche rappresentano le sentinelle della salute femminile e rispondono ai bisogni palesati dalle donne nei vari servizi e momenti della loro vita, con competenza, professionalità ed empatia.
Si interessano anche di ricerca per migliorare l’assistenza rivolta alle assistite e provvedono a garantire il diritto delle donne ad essere rispettate, al sostegno ed alla qualità nelle cure, all’informazione ed all’empowerment, alle buone pratiche nelle strutture sanitarie, alla promozione dell’allattamento e dell’attaccamento precoce del neonato, prodigandosi affinchè tutte le raccomandazioni OMS siano attuate.

L’Ordine della Professione Ostetrica di Frosinone e provincia, in linea con l’obiettivo di tutelare utenti e professioniste, in occasione della ricorrenza del 5 maggio aveva in programma un evento che, come ogni anno, dopo un momento di confronto sui temi di formazione di maggior rilievo ed attualità, avrebbe omaggiato le ostetriche andate in pensione, tuttavia la pandemia in corso impone il rinvio della manifestazione a data da destinarsi.

Anche in questo periodo così delicato, le Ostetriche/i che lavorano a vario titolo nel territorio si sono operate per soddisfare al meglio le esigenze delle famiglie, confermando, ancora una volta, la loro instancabile presenza e dedizione al lavoro, cercando di mantenere inalterato ed assicurare il miglior clima nel momento della nascita e nelle pratiche consultoriali e territoriali per tutto il percorso nascita.

A oggi, nonostante la certificata formazione vantata, permane un inappropriato investimento nella figura dell’Ostetrica/o in tutti gli ambiti di sua competenza, per cui tale ricorrenza diviene l’occasione per esortare, da un lato, le donne ad avere fiducia nella professione ostetrica, riconoscendo ruolo e competenze in una assistenza di qualità e sicurezza; dall’altro, i Responsabili delle politiche socio-sanitarie ad investire maggiormente nelle risorse ostetriche, perché la ricerca ha dimostrato che laddove operano le Ostetriche/i i risultati sono migliori, minori sono i ricorsi a tagli cesarei e risulta più soddisfazione fra le donne.

Nel ricordare che il motto delle Ostetriche/i è ” con le donne e per le donne” e comunque, sempre al loro fianco, si segnala che la celebrazione del 5 maggio in onore delle Ostetriche/i si svolgerà virtualmente, sui social, a livello internazionale e, per l’occasione, è stato rivolto l’invito a tutte le Ostetriche/i di indossare una mascherina rossa, iniziativa cui l’Ordine di Frosinone intende aderire.
Quindi il 5 Maggio indossiamo tutte una mascherina rossa con il logo dell’Ordine per ricordare a tutte le nostre utenti che ci siamo e le aspettiamo nei Consultori e Ospedali. Rivolgiti alla tua Ostetrica per qualsiasi informazione.

articolo a cura della dott.ssa Laura Scarpa, presidente dell’Ordine Professionale Ostetricia di Frosinone