In questo momento di emergenza e distanze, in cui tutti aderiamo con responsabilità ai decreti emanati dal governo, la danza può in qualche modo venirci incontro, non solo simbolicamente in quanto arte della bellezza eterna, ma anche concretamente attraverso un’iniziativa rivolta a chiunque voglia dare una mano.
Gli insegnanti, gli organizzatori e tecnici di tutte le discipline artistiche, vivono uno shock profondo e la paura di tempi lunghissimi per il ritorno alla normalità. L’incertezza economica si unisce al dolore profondo della perdita dei legami umani che spontaneamente si creano nella danza.
In qualità di talent scout e organizzatore di eventi insieme ad altri colleghi del mondo della danza abbiamo deciso di far sentire la nostra voce unendoci con la nostra solidarietà, nasce così ITALIA IN DANZA. Abbiamo bisogno del sostegno di tutti, perché solo uniti avremo una speranza di sopravvivere a questa emergenza. Stiamo mantenendo attivo il settore danza con tutte le iniziative messe in campo online in questi giorni, che potrete seguire nei nostri social, consapevoli che quando usciremo da questa emergenza dovremmo rinboccarci le maniche e rilanciare tutto il nostro sistema da anni sempre messo in secondo piano.
Lo scopo del progetto ITALIA IN DANZA nasce con l’ intento finale di poter organizzare contemporaneamente in tutta Italia, nello stesso week-end l’evento di danza per eccellenza dove tutte le scuole partecipanti, iscritte nel nostro sito, riceveranno un sussidio al 100% dell’ importo prodotto, per sostenere le spese magari arretrate delle proprie scuole di Danza.
Un settore così importante non può essere abbandonato e scomparire nel nulla! Anche la ripresa futura delle attività sarà piena di difficoltà e a rischio perché niente sarà come prima! Noi continueremo a batterci! Auguro a tutti di tornare quanto prima nelle amate sale danza, nei teatri, nelle piazze a diffondere l’arte.

articolo a cura di Marco Franceschetti, talent scout