Fiuggi Civica, forza politica di opposizione a capo della quale è il consigliere comunale Fabrizio Martini, già primo cittadino, torna nuovamente a fornire un importante contributo al problema dell’emergenza sanitaria che in questi giorni sta rendendo particolarmente complicata la vita di numerose persone; “proprio quando qualche timida ma positiva luce inizia ad indicare una via d’uscita da questa lunga notte, è un dovere per la Politica creare un percorso di ricostruzione, che permetta ai cittadini di riprendere le proprie attività in piena sicurezza, ma che soprattutto definisca un modello di rilancio economico e sociale a breve e lungo termine, condiviso e partecipato”, si legge in una nota inviata a questa redazione. E, ancora: “consapevoli che il “pericolo contagio” non svanirà presto, dobbiamo creare le condizioni perché esso non possa bloccare le nostre vite né le nostre attività economiche. Ecco le proposte di Fiuggi Civica:

Per ripartire in modo rapido e sicuro è fondamentale garantire ai cittadini la possibilità di accedere alla fornitura di mascherine e ai nuovi test rapidi di verifica del contagio (se ne stanno sperimentando in diverse realtà!), senza aspettare la ASL o la Regione. Non per forza ciò deve avvenire con una distribuzione a pioggia, ma garantendo l’acquisto centralizzato a carico dell’ente comunale, con possibilità di richiesta per aziende, lavoratori e famiglie. Ciò eviterebbe anche possibili speculazioni sul prezzo di tali presidi essenziali.

Cominciare una seria campagna di informazione sulle corrette pratiche da adottare in casa, nei luoghi pubblici e nelle sedi di lavoro.

Monitorare direttamente, con più efficacia e frequenza di quanto non sia stato fatto fino ad ora, le strutture residenziali a rischio presenti in città, soprattutto quelle di competenza comunale.

Costruire, in collaborazione con le forze economiche ed imprenditoriali della città, un protocollo innovativo e sostenibile di gestione igienico-sanitaria degli spazi comuni, delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi, certificato da un ente universitario. In vista di una stagione turistica che si annuncia compromessa, con questo strumento possiamo pensare di promuovere Fiuggi come “città che ti protegge dal virus”: città cioè in cui ogni struttura alberghiera e ogni spazio dedicato alle attività turistiche si sia conformato a chiare regole sanitarie che azzerino o comunque riducano la possibilità di contagio. Un vero e proprio “modello Fiuggi”, primo esempio in Italia di turismo accessibile e protetto dal contagio da Covid-19.
Per mettere in piedi un progetto sostenibile vanno certo stanziate risorse ingenti. In ragione di questo è necessario approvare subito il bilancio comunale 2020 e predisporre uno specifico “super-capitolo per il contrasto all’emergenza”, su cui far convergere gli stanziamenti di ulteriori capitoli secondari che vanno sacrificati.