l'assessore alla Cultura del Comune di Morolo dott.ssa Clarissa Silvestri

Le restrizioni agli spostamenti dovute all’epidemia da coronavirus hanno cambiato già moltissime cose, grandi e piccole. Un effetto collaterale secondario, poco visibile ma interessante e rilevante nel suo settore, è quello sui prestiti bibliotecari degli ebook. Significativo l’esempio della biblioteca comunale “A. Labriola” di Anagni di cui abbiamo scritto alcuni giorni fa.
Sulla scia di molti altri casi analoghi sul territorio provinciale e nazionale, anche la biblioteca cittadina di Morolo intitolata a Giuseppe Alteri (la cui figlia prof.ssa Anna Maria ha donato al Comune di Morolo circa 10.000 volumi a carattere storico-letterario) chiusa – come tutte le altre biblioteche d’Italia – a causa delle misure di contenimento del Coronavirus continua, nonostante tutto, l’opera di divulgazione. L’iniziativa, promossa dall’assessorato alla Cultura retto dalla dott.ssa Clarissa Silvestri (foto in alto), consiste nel mettere a disposizione degli iscritti un nuovo servizio con funzioni di vera e propria biblioteca digitale, consentendo di accedere via Internet, da qualunque luogo e gratuitamente, alla versione digitalizzata della Cultura.
“Un piccolo contributo – sottolinea Clarissa Silvestri – per rendere meno difficile questo momento di forzata permanenza a casa e per far conoscere un po’ meglio la ricchezza dei contenuti della nostra biblioteca civica”.
A partire dal prossimo 8 aprile, per accedere ai contenuti occorrerà contattare la responsabile della biblioteca dott.ssa Mariarita Polletta che, gratuitamente, fornirà telefonicamente ai lettori le credenziali di accesso. Per informazioni sul servizio si può contattare il seguente numero telefonico: 0775806007.