Nell’ambito dei servizi tesi al contrasto dell’inosservanza alle disposizioni inerenti all’emergenza nazionale Covid-19 i reparti dipendenti del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone, in tutte le articolazioni operative, hanno sanzionato amministrativamente per mancato rispetto delle misure di contenimento di cui al D.L. 19/2020 le seguenti persone:

a Pofi, i Carabinieri della locale Stazione hanno sanzionato un 37enne di Castro dei Volsci sorpreso in quel centro a bordo della propria autovettura senza giustificato motivo. Dall’inizio dell’emergenza nazionale COVID-19, i militari della Compagnia di Frosinone hanno effettuato controlli nei confronti di 570 esercizi pubblici ed oltre 2.150 persone;

a Pontecorvo, Pignataro Interamna ed Ausonia, i militari della Compagnia di Pontecorvo negli specifici servizi mirati, hanno applicato le nuove sanzioni nei confronti di sette persone, di cui tre domiciliate nella provincia di Caserta, le quali a bordo delle proprie autovetture o a piedi sono state controllate nei predetti centri abitati, ove si trovavano senza alcun motivo di urgenza, di necessità o lavorativo o comunque senza una plausibile giustificazione. In particolare un 64enne originario di Rocca d’Evandro (CE), già censito per reati contro il patrimonio, contro la fede pubblica e contro la pubblica amministrazione, è stato controllato in Pontecorvo, alla guida della propria autovettura con targa prova intestata ad un 43enne residente a San Giuseppe Vesuviano (NA) commerciante di autovetture, priva di assicurazione. Nella circostanza i militari hanno accertato che la targa prova era una copia artigianale dell’originale in quanto lettere e numeri erano state riprodotte con del nastro adesivo nero. Un altro soggetto di origine marocchina proveniente da Mondragone (CE), veniva controllato a Pignataro Interamna, giustificandosi con i militari riferendo di doversi recare a Cassino per pagare l’assicurazione di un’autovettura. Ad Ausonia, venivano controllati un 23enne ed un 20enne di origine egiziana, i quali venivano sorpresi per le vie di quel centro senza giustificato motivo. Altre tre persone venivano sorprese a Pontecorvo senza giustificato motivo, tra i quali un ragazzo controllato nel centro abitato intono alle ore 23:00, mentre camminava per le vie cittadine senza fornire alcuna valida giustificazione;

a Cassino, i militari della Sezione Radiomobile della locale Compagnia sanzionavano un 28enne di Nocera Inferiore (SA) già censito per estorsione, danneggiamento e reati in materia di stupefacenti, il quale si aggirava nella città martire senza giustificato motivo. Stante i presupposti di legge, lo stesso veniva anche proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio da questo Comune. Sempre a Cassino, i militari della locale Stazione, sanzionavano un 41enne del luogo, poiché sorpreso lontano dalla propria abitazione senza fornire giustificazioni di comprovate esigenze o situazioni di necessità;

a Cervaro, i militari della locale Stazione sanzionavano un cittadino rumeno 35enne residente in quel centro, poiché sorpreso lontano dalla propria residenza senza fornire giustificazioni plausibili circa la sua presenza fuori dall’abitazione di residenza;

a Piedimonte San Germano, i militari della locale Stazione, sanzionavano ai sensi del Decreto Legge in argomento un 21enne residente nel cassinate ed una 36enne domiciliata in luogo, in quanto sorpresi rispettivamente al di fuori del comune di residenza e lontano dal proprio domicilio, senza fornire giustificazioni di comprovate esigenze o situazione di necessità;

a Picinisco, i militari della locale Stazione sanzionavano un 57enne residente nella Val di Comino, già censito per minaccia aggravata, poiché sorpreso al di fuori del comune di residenza senza giustificati motivi;

a Ferentino, i Carabinieri della locale Stazione di Ferentino, nell’ambito di un predisposto servizio hanno sanzionato amministrativamente un 57enne del posto che, nonostante le prescrizioni imposte con il citato Decreto Legge, è stato sorpreso lontano dalla propria abitazione senza giustificato motivo;

ad Anagni, i militari della locale Stazione, nell’ambito di un predisposto servizio teso a verificare il rispetto delle prescrizioni imposte per arginare il fenomeno epidemico da Covid-19, hanno sanzionato due persone del posto sorprese lontano dalle proprie abitazioni senza comprovate esigenze.