“Consentire in piena sicurezza gli spostamenti agli agricoltori per curare orti, raccogliere frutti e potare siepi, manutenzione florivivaistica compresa”. Questa la richiesta del Presidente di Confagricoltura Frosinone Vincenzo del Greco Spezza che si rivolge alla Regione Lazio chiedendo di agevolare i possessori di terreni affinché possano continuare il lavoro senza ulteriori complicazioni. Una deroga ai DPCM, per tale categoria, sarebbe fondamentale, in virtù anche di attività che risultano oggi più che mai vitali per tutta la popolazione. Agricoltori, allevatori, lavoratori dei terreni, assicurano che il cibo non manchi sulle tavole degli italiani e sarebbe ingiusto doppiamente non aver la possibilità di muoversi senza dover commettere violazioni delle disposizioni che vietano il transito intercomunale delle persone. Da tutelare non ci sono solo i professionisti dell’agricoltura ma anche coloro che sono proprietari di appezzamenti di terreno: “In molti casi – spiega del Greco Spezza – coloro che hanno uliveti, vigneti e orti, hanno la necessità di doversi recare sulle loro proprietà per arare, potare o seminare ma rischiano di vedersi multare contravvenendo alle disposizioni sugli spostamenti. Chiediamo alle istituzioni di considerare tali movimenti come rientranti nella situazione di necessità perché si rischia di dover mandare in fumo quanto fatto ed investito nei mesi precedenti. La nostra organizzazione è vicina non solo alle aziende ma anche ai tantissimi ciociari che operano in maniera autonoma perché anche grazie al loro lavoro la filiera agroalimentare viene alimentata garantendo l’approvvigionamento di cibo a tutti noi. Occorre dare la possibilità anche a chi possiede vivai piccoli o grandi che siano, di poter raggiungerli per svolgere la necessaria manutenzione degli impianti e delle serre. Chiediamo buonsenso da parte di tutti – conclude il Presidente di Confagricoltura Frosinone – e l’impegno ad analizzare ogni situazione in maniera attenta”.