da sinistra: don Bruno Durante, don Marcello Coretti, mons. Lorenzo Loppa, Daniele Natalia

La preghiera del Padre nostro, poi L’Eterno riposo, per chiedere che le anime delle sorelle e dei fratelli defunti, in particolare quelli colpiti dal coronavirus, riposino in pace. È nello stile della massima semplicità che si è svolto ieri un momento di preghiera presieduto dal vescovo di Anagni/Alatri mons. Lorenzo Loppa, alla presenza anche del parroco della cattedrale di Anagni don Marcello Coretti, del sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia, di don Bruno Durante e del comandante della Polizia Locale di Anagni dott. ten. Roberto Necci.
“In un momento in cui, per motivi di sicurezza igienico-sanitaria, anche i funerali sono sospesi, il nostro Vescovo ha voluto mostrare vicinanza a chi non ha avuto una sepoltura secondo il canonico rito cristiano, e anche a coloro che non hanno potuto accompagnare “degnamente” i propri cari nell’ultimo viaggio”, ha scritto il primo cittadino su Facebook. Aggiungendo, poi: “particolarmente toccanti, e voglio ringraziarlo sentitamente per questo, sono state poi le parole di ringraziamento del Vescovo per i medici, gli infermieri, le Forze dell’Ordine, gli amministratori e tutte le persone impegnate a vario titolo in prima linea nel contrasto dell’emergenza coronavirus.
È stata ribadita la necessità di stare uniti e di resistere stoicamente a questa difficile prova. Tutti noi, credenti e non credenti, abbiamo il dovere oggi di riscoprire il senso di comunità e di bene comune. Insieme siamo più forti”.