Ancora denunce e sanzioni da parte dei Carabinieri del Comando provinciale nei confronti di persone che non hanno rispettato le disposizioni inerenti all’emergenza nazionale COVID-19. Ecco, in dettaglio, i risultati dei controlli dei militari ciociari coordinati dal col. Fabio Cagnazzo

ad Amaseno, i militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente un 34enne del posto, già censito per danneggiamento, incendio, simulazione di reato e procurato allarme, poiché passeggiava in centro senza alcuna plausibile motivazione. Dall’inizio dell’emergenza nazionale COVID-19 i militari della Compagnia di Frosinone hanno effettuato controlli nei confronti di oltre 1.600 persone e 466 esercizi pubblici;

ad Anagni, i militari della locale Stazione, hanno sanzionato amministrativamente un 35enne del posto, già censito per reati inerenti gli stupefacenti, sorpreso lontano la sua abitazione senza giustificato motivo;

ad Anagni, i militari del NORM della locale Compagnia, hanno sanzionato amministrativamente un 41enne del posto, già censito per reati inerenti gli stupefacenti, che non forniva giustificazioni valide circa la sua presenza;

a Cervaro, i militari della locale Stazione, hanno sanzionato amministrativamente una 32enne ed un 34enne, entrambi del posto. I militari operanti accertavano che i due, nell’ambito della loro attività di ristorazione da asporto, effettuavano la preparazione di cibo senza indossare mascherine di protezione e guanti in lattice. I militari operanti provvedevano anche a segnalare l’accaduto alle autorità preposte con la richiesta di sospensione dell’attività commerciale;

a Vallerotonda, i militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente un 50enne del posto, poiché controllato fuori dalla propria abitazione non forniva alcun giustificato motivo;

a Villa Latina, i militari della Stazione di Picinisco hanno sanzionato amministrativamente un 61 enne del posto poiché circolava senza patente poiché ritirata nello scorso gennaio. L’autovettura veniva sottoposta a fermo amministrativo. Il predetto, inoltre, non era in grado di fornire giustificazioni valide circa la sua presenza fuori dell’abitazione;

a Cassino, i militari della Sezione Radiomobile della locale Compagnia hanno controllato 9 persone sorprese ad aggirarsi in centro senza fornire giustificati motivi;

a Cassino, i militari della locale Stazione, hanno sanzionato amministrativamente un 35enne pakistano, residente a Cassino, nonché un 35enne titolare di un’attività commerciale adibita alla vendita al dettaglio di prodotti ortofrutticoli in quanto non rispettava gli orari di chiusura previsti dal D.L., ed un 27enne suo dipendente, entrambi egiziani residenti a Cassino, quest’ultimo poiché non indossava guanti e mascherine. Il gestore veniva proposto alle autorità competenti per l’emissione di un’ordinanza di chiusura dell’attività commerciale.