Non può che essere inqualificabile il gesto compiuto a cavallo del fine settimana scorso da ignoti che – approfittando del fatto che tutto l’ambiente sanitario della Asl è fortemente impegnato e attento solo a dare il massimo nel curare persone, tentando di salvare vite – hanno rubato dispositivi di protezione individuale (mascherine, occhiali, etc.) in tre reparti dell’Ospedale di Cassino (Oculistica, Pediatria, Gastroenterologia). Gli autori del furto hanno forzato armadietti chiusi e carrelli di emergenza con sigillo ed hanno agito dimostrando un rivoltante disprezzo verso la vita, il sacrificio, la generosità, la comunità, la legge e, soprattutto, la tanta abnegazione che medici, infermieri, apparato sanitario forze dell’ordine, volontari, Regione, Governo stanno mettendo in campo superando ogni limite, prosciugando ogni energia.