Un carnevale molto partecipato ed apprezzato quello di quest’anno ad Anagni. Tanti gli eventi per una festa durata tre giorni: domenica 23 la tradizionale sfilata dei carri allegorici curata dall’Associazione “Tufano Insieme”; lunedì 24 la sfilata a piedi ed il contest “MascherAnagni” organizzato dalla Pro Loco Anagni; martedì 25 la sfilata dei carri allegorici a cura delle associazioni “Il Girasole” di Pantanello e “San Filippo Terra Nostra” con grandi festeggiamenti finali in Piazza Cavour. Anche gli istituti scolastici di ogni ordine e grado hanno dato il loro contributo rallegrando il carnevale anagnino con maschere, canti e balli in quella che è stata una festa veramente corale.

«Il carnevale anagnino si configura come uno dei più belli ed apprezzati della Provincia di Frosinone – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Carlo Marino – abbiamo in mente di potenziare questo evento, una tra le feste più sentite dalla cittadinanza per storia, cultura e tradizione. Tutti gli eventi sono stati seguiti, le vie del centro storico erano piene ed abbiamo avuto una massiccia affluenza turistica; il bel tempo e l’atmosfera del carnevale hanno sicuramente contribuito a rendere la città attrattiva. Particolarmente seguite sono state le sfilate dei carri allegorici, una tradizione che si mantiene viva grazie al lavoro ed alla passione di associazioni come “Tufano Insieme”, “Il Girasole” e “San Filippo Terra Nostra”, realtà propositive ed importanti per le nostre periferie e tutto il territorio comunale. Come dimenticare poi il costante lavoro della Pro Loco che quest’anno ha organizzato il divertente contest “MascherAnagni”. L’ottimo risultato raggiunto a dimostrazione del fatto che il lavoro attento ed organizzato paga sempre».
Il sindaco Daniele Natalia ha partecipato a tutti gli eventi del carnevale e, tracciando un bilancio finale della manifestazione, spiega: «Se il carnevale anagnino 2020 ha destato l’interesse non solo dei cittadini ma anche di chi viene da fuori è perché, pur restando nel solco della tradizione, si è notevolmente rinnovato. Vedere questa grande risposta del pubblico è stata sicuramente la soddisfazione più grande ma è solo una base da cui partire per migliorare l’offerta culturale e ricreativa della città e per la città. Il carnevale è tornato ad essere una festa sentita e partecipata, dedicata sicuramente ai più piccoli ma anche ai grandi, il grande lavoro di concerto di amministrazione ed associazioni ha prodotto questo risultato».