Il tribunale di Frosinone

Un giovane dipendente di un hotel di Anagni é finito sotto processo con l’accusa di omissione di soccorso. Ieri, mercoledì 12 febbraio, difeso dagli avvocati Davide Giacomini e Stefano Popolla ha dovuto presentarsi davanti ai giudici del Tribunale di Frosinone: secondo le accuse, avrebbe provocato un incidente con quattro feriti senza fermarsi a soccorrerli. Il fatto sarebbe accaduto ad aprile del 2017 lungo la via Anticolana, in territorio di Anagni. Il giovane si stava recando con la propria auto quando, secondo la ricostruzione, avrebbe sorpassato da destra l’auto che lo precedeva e all’interno della quale viaggiavano quattro persone: due bimbi piccoli ed i genitori. L’auto, a causa dell’impatto, perse alcuni pezzi, tra cui il paraurti, girandosi sulla strada e fermandosi nel mezzo della carreggiata, essendo impossibilitata a continuare. Il giovane, residente nel comprensorio di Fiuggi, avrebbe invece continuato la corsa senza fermarsi raggiungendo il luogo di lavoro distante dall’incidente un paio di km. A notare la scena sarebbero stati altri automobilisti in transito nella zona: uno di loro, dopo aver preso il numero di targa, ha immediatamente chiamato i Carabinieri. Il giovane è stato così raggiunto dai militari che, dopo averlo ascoltato, lo hanno denunciato per omissione di soccorso. Una denuncia, quella a carico del giovane, che gli è valso un rinvio a giudizio. Ieri la prima udienza nella quale sono stati sentiti due dei feriti, i genitori dei bimbi, che dopo l’incidente furono portati in ospedale con prognosi variabile dai cinque ai sette giorni. La prossima udienza è fissata a novembre 2020, quando verranno ascoltati i militari operanti. Il giovane dipendente dell’albergo si è sempre difeso sostenendo di aver avuto paura di fare tardi al lavoro e di rischiare il licenziamento.