Home Area Nord Ferentino, è di nuovo allarme furti, stavolta in località Terravalle: allertata dai...

Ferentino, è di nuovo allarme furti, stavolta in località Terravalle: allertata dai cani si trova faccia a faccia con i malviventi. Prosegue, intanto, la caccia ai rapinatori che domenica sera hanno seminato il panico in zona Tofe

E’ di nuovo allarme furti a Ferentino dove anche stasera un colpo è stato messo a segno dai malviventi ed un secondo é stato scongiurato solo grazie all’intervento di cani di razza che hanno abbaiato dopo aver avvertito la presenza di quattro persone sospette nel cortile. Allertata dai suoi animali, la padrona di casa è uscita di casa trovandosi davanti i malviventi. Tanta paura, a differenza dell’episodio capitato ieri sempre a Ferentino, nessuno è rimasto ferito ed i ladri si sono dati alla fuga. Grande dispiagamento di Carabinieri che hanno avviato la caccia all’uomo, specie nella zona di Terravalle dove si è verificato il fatto.
Sarebbero – invece – quattro o cinque uomini di carnagione chiara, giovani, provenienti dal sud della provincia di Frosinone o dalla Campania, secondo i Carabinieri i componenti della banda che ieri sera – domenica 2 febbraio – ha terrorizzato i residenti della zona Tofe, periferia di Ferentino. I militari li avrebbero incrociati a bordo di un’Audi scura memtre cercavano di fuggire verso l’area industriale di Ferentino dopo aver commesso un furto ed una rapina in due ville del centro ernico. Tutto si é consumato poco dopo le 19 di ieri. Il primo colpo ai danni di una villa di proprietà di una famiglia di noti commercianti del posto. I malviventi dopo aver scavalcato il cancello d’ingresso, staccata l’energia elettrica e forzato il portone, sono entrati all’interno mettendo a soqquadro la villa. Ingenti i danni ed anche il bottino costituito da oro, soldi in contanti e gioielli. Ma i malviventi non contenti del primo colpo ne hanno tentato un secondo ad un’altra villa di professionisti poco lontana. Stesso modus operandi e colpo che era andato a segno. Ma stavolta per i ladri qualcosa non ha funzionato. Mentre fuggivano è scattato l’antifurto collegato al cellulare dei proprietari che essendo fuori Ferentino hanno avvertito due parenti prontamente intervenuti sul posto. Hanno trovato i ladri che erano ancora in giardino. C’è stata una collutazione tra un ladro ed un parente. Quest’ultimo è stato colpito al volto con un pugno e su un braccio con una pietra. Per ripararsi ha usato un bastone in legno con il quale ha colpito ferendolo un malvivente che comunque é riuscito a fuggire. Poi la chiamata ai Carabinieri. Tutto è durato appena 9 minuti ovvero il tempo intercorso tra il suono dell’allarme alle 19.43 e la chiamata ai carabinieri alle 19.52 di ieri. Poi l’arrivo dei carabinieri e la caccia all’uomo. Oltre alla macchina, una Audi scura fuggita verso l’area industriale e la testimonianza della vittima che è dovuta ricorrere alle cure mediche pochi gli elementi finora a disposizione degli uomini della Compagnia di Anagni.