Home Area Nord Lago di Canterno, iniziative dell’Accademia Kronos per conoscere lo stato di salute...

Lago di Canterno, iniziative dell’Accademia Kronos per conoscere lo stato di salute delle acque; il comandante Armando Bruni: “siamo fiduciosi che il Presidente Pompeo accolga la nostra proposta”

In qualità di coordinatore del centro Italia delle guardia ecozoofile dell’Accademia Kronos, il comandante Armando Bruni ha inviato nei giorni scorsi due missive una al Presidente della Provincia Antonio Pompeo ed una al commissario della Riserva Naturale del Lago di Canterno Nando Sorteni, per presentare un interessante progetto al fine di valutare lo stato di salute delle acque del Lago di Canterno. “Negli ultimi due anni -sottolinea il comandante Armando Bruni- l’Accademia kronos nella sua miriade d’iniziative, ha portato avanti un progetto internazionale con l’Istituto Superiore di Sanità ed altri partener mondiali, finalizzato allo stato di salute degli specchi lacuali dei laghi. I controlli vengono effettuati nell’ambito del progetto internazionale n°H2020 CyanoAllert (ex CyanoLakers) W16 dove le guardie zoofile ambientali AK munite di un gommone eco compatibile, effettuano prelievi di campioni di acqua in concomitanza con il passaggio dei 2 satelliti europei (sentinel 1 e 2). I due satelliti dell’ESA dotati di spettrometri e radiometri ed altri strumenti, sono capaci di dare risposte rapide sui eventuali componenti biochimici che possono alterare lo stato di salute del lago e avviarlo verso una fase di eutrofizzazione. La dott.ssa Milena Bruno referente dell’Istituto Superiore di Sanità è la Responsabile per l’Italia del progetto, e guiderà l’intero procedimento. Il Lago di Canterno rappresenta un’importante risorsa naturale del territorio, analizzare le sue acque rappresenta un indice di valutazione in relazione dell’inquinamento su tutto il territorio ed un’azione di salvaguardia dello stesso lago. Questo primo intervento sarà totalmente a nostro carico –conclude il comandante Armando Bruni- e l’augurio che il Presidente Pompeo, che dimostra sempre grande interesse per la tutela ambientale, lo sia anche in questo caso accettando quest’iniziativa”.