Home Area Nord Storytelling alla scuola primaria di Serrone per ricordare le vittime della Shoah

Storytelling alla scuola primaria di Serrone per ricordare le vittime della Shoah

I giovanissimi studenti dell’Istituto Comprensivo di Serrone si preparano a celebrare la Giornata della Memoria, la ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto; nel corso di un incontro che si è tenuto ieri mattina, giovedì 23 gennaio, infatti, gli alunni delle classi V° A e V° B hanno avuto modo di incontrare nella sede della scuola primaria de La Forma l’attore e regista teatrale Santo Miceli, nisseno d’origine ma romano di adozione, specializzato in teatro civico e sociale. “Un importante momento di riflessione, in vista dell’imminente Giornata della Memoria per le vittime della Shoah del prossimo 27 gennaio, fortemente voluta dalle insegnanti ed immediatamente sostenuta da Dirigente Scolastico e Giunta Comunale, da sempre in prima linea sul fronte di tutte quelle attività/iniziative di carattere socio-culturale, volte ad accompagnare le nuove generazioni verso la nascita di un pensiero critico, in vista dello sviluppo di una CittadinanzAttiva, capace di costruire comunità accoglienti, inclusive e solidali”, si legge in una nota inviata a questa redazione dalla segreteria dell’Istituto.


E, ancora: “gli alunni sono giunti preparati all’incontro, grazie ad un lavoro preliminare svolto in classe, accogliendo il gradito ospite con affetto e curiosità.
Dopo un iniziale momento introduttivo il regista ha dato vita a delle letture animate, con drammatizzazione dei testi proposti, a partire da racconti scritti da ebrei miracolosamente scampati all’Olocausto.
I ragazzi, in circle-time, hanno assistito al compiersi della magia che solo il teatro sa dare: un professionista che, indossando un medaglione con la Stella di David (emblema del popolo ebraico), da uomo comune si fa umile narratore della Storia, quella con la “S” maiuscola, raccontando alcune esemplari storie di vita.
Non più marchio d’infamia, segno distintivo, lettera scarlatta, bensì strumento per tramandare alle nuove generazioni quanto accaduto…
“Per non dimenticare”, appunto, come recita uno dei manifesti illustrati dagli alunni e che sono stati appositamente sistemati, quasi a tracciare una novella strada di mattoni gialli (costellata di pietre d’inciampo), che guidi questi “artisti in erba” verso un futuro di Pace!

A seguire la visione guidata del film “Il Viaggio di Fanny”, di Lola Doillon, tratto dal libro autobiografico “Le Journal de Fanny”, di Fanny Ben-Ami. Le insegnanti e gli alunni ringraziano ancora dell’attenzione loro riservata, certi che le istituzioni locali sapranno/vorranno continuare ad essere accanto ai ragazzi di Serrone, anche negli anni a venire, durante la loro crescita, contribuendo a farne cittadine e cittadini consapevoli del domani!”.