Home Anagni A Fiuggi gli studenti delle scuole medie e del Liceo “D. Alighieri”...

A Fiuggi gli studenti delle scuole medie e del Liceo “D. Alighieri” incontrano Max e Francesco Morini, autori di “Nero Caravaggio”

L’evento, promosso e organizzato dall’Associazione Culturale “TrovAutore”-Libreria Cartolandia di Fiuggi, a conclusione di una straordinaria esperienza didattica

il Liceo di Anagni "D. Alighieri"

Avreste mai immaginato una classe di 155 studenti alle prese con il medesimo percorso didattico? Grazie a una virtuosa sinergia fra docenti, quelli delle Scuole Medie e del Liceo Scientifico e Linguistico di Fiuggi (sede associata dell’Istituto di Istruzione Superiore “Dante Alighieri” di Anagni diretto dal prof. Adriano Gioè), è stato possibile lavorare insieme per un così gran numero di alunni a un unico progetto, ovvero la lettura – accompagnata da altre attività creative e “ricreative” – del romanzo poliziesco Nero Caravaggio (edito dalla Newton Compton). E, grazie all’Associazione Culturale “TrovAutore”-Libreria Cartolandia di Fiuggi, giovedì 16 gennaio 2020, dalle ore 9.30 alle ore 11.30, tutti i ragazzi coinvolti con i loro insegnanti incontreranno gli autori del libro, Max e Francesco Morini.

L’aula magna delle Scuole Medie dirette dalla prof.ssa Antonella Buono ospiterà infatti l’evento culturale, che, oltre a suggellare un encomiabile lavoro di squadra nell’ambito della continuità fra secondaria inferiore e secondaria superiore, metterà alla prova attraverso le domande degli studenti i poliedrici fratelli-scrittori, che sono autori teatrali e televisivi e dirigono la “Scuola di Scrittura Pensieri e Parole” di Roma. I loro romanzi nascono dalla volontà di unire due grandi passioni: quella per i polizieschi e quella per la loro città, Roma, come dimostrano le altre pubblicazioni, di grande successo presso un vasto pubblico (Il giallo di Ponte Sisto e Rosso Barocco). Nero Caravaggio, primo della serie, ha inaugurato questa linea editoriale, ed è riuscito a catturare l’interesse e a stimolare la fantasia di adolescenti, che si sono appassionati alle indagini del detective dilettante Ettore Misericordia, proprietario di una storica libreria di Roma, coltissimo, conoscitore di tutti i segreti della Città Eterna, appassionato di gialli e dotato di intuito formidabile, tanto che l’ispettore Ceratti se ne avvale spesso per i casi sui quali indaga e non esita a coinvolgerlo quando nella basilica di Sant’Agostino, accanto a Piazza Navona, viene ritrovato un cadavere davanti a uno dei capolavori del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini.

Una trama, quella di Nero Caravaggio, indubbiamente ricca di spunti pluridisciplinari: infatti, le prof.sse Antonella Bonanno, Maria Brescia, Maria Colella, Pina Crisafulli, Stefania Fiorini, Rita Flori (coordinate dalla referente per l’orientamento e la continuità Germana Fiorini) hanno guidato gli studenti più giovani in attività scaturite dal libro, avendo come obiettivo anche la produzione di interessanti materiali: power point, fumetti, scritture di finali alternativi, addirittura produzioni di schemi logico-matematici in cui sembrerebbe possibile tradurre la trama ordinata e geometrica del giallo. Le prof.sse Fabia Quadrini e Luisa Pietrangeli (coordinate dalla referente per l’orientamento e la continuità Daniela Marro) hanno invece lavorato sullo stesso testo con le prime classi del liceo, facendo riferimento prevalentemente alle competenze narratologiche che caratterizzano lo scientifico e linguistico.

L’evento, che si configura come palese dimostrazione di quanto la scuola oggi possa fare in materia di sensibilizzazione alla lettura, di stimolo alla riflessione e di educazione al bello – sullo sfondo della intricata vicenda poliziesca, infatti, lo splendore delle tele barocche di un grandissimo artista – sarà coordinato da Valentina Barba dell’Associazione Culturale “TrovAutore”-Libreria Cartolandia, che riguardo alla promozione culturale nella città termale rappresenta ormai da anni più di una garanzia.