Home Area Nord Supino. Isola ecologica, l’affondo di Paolo Marchignoli e Giovanni Cerilli: “imbarazzante, preoccupante...

Supino. Isola ecologica, l’affondo di Paolo Marchignoli e Giovanni Cerilli: “imbarazzante, preoccupante e senza precedenti lo stato in cui versa”

“Davvero imbarazzante, preoccupante e senza precedenti lo stato in cui versa l’isola ecologica del nostro Comune al punto che siamo stati costretti in data 2 gennaio a formulare al Sindaco ed all’assessore competente un’interrogazione a risposta scritta chiedendo informazioni sia sullo stato di manutenzione delle vasche di raccolte delle acque di prima pioggia e sia informazioni circa la presenza delle necessarie autorizzazioni alla scarico delle acque reflue”; a metterlo nero su bianco, in una nota inviata a questa redazione, i due consiglieri di opposizione Paolo Marchignoli e Giovanni Cerilli. “E’ stato solo grazie al nostro intervento – si legge nella nota – che un primo traguardo è stato raggiunto: ieri due autobotti hanno aspirato liquido e fanghi delle suddette vasche che, in quanto colme, compromettevano il regolare funzionamento di depurazione del sito con possibile sversamento nel vicino fossato del percolato che affiorava in superficie. Fiduciosi dell’operato delle autorità adite, Arpa Lazio, carabinieri forestali e polizia provinciale attenderemo ora l’esito delle verifiche richieste per sapere se sono state commesse condotte omissive sulla manutenzione del sito che ne hanno compromesso il corretto funzionamento, con possibili rilievi di responsabilità.


La mancanza di attenzione su un così delicato problema, quello ambientale appunto, ci ha indotto – nel nostro ruolo di consiglieri di opposizione – ad innalzare il livello di attenzione nell’interesse della comunità e della salute pubblica ed ha, purtroppo, confermato l’atteggiamento lassivo e poco attento su molte tematiche fondamentali che ci ha indotto ad abbandonare gli scranni della maggioranza dopo aver prima provato, invano, a “cambiare” le cose dall’interno della maggioranza.
Purtroppo il comune di Supino continua ad essere governato solo dal direttorio a trazione PD Barletta & Pomponi, per oltre 10 anni in opposizione e quindi perfettamente a conoscenza dei veri problemi del nostro territorio, con esclusione totale – a nostro parere – degli altri membri sia del consiglio comunale che dell’esecutivo che invece potrebbero, e dovrebbero, portare un “consiglio” ed un valore aggiunto all’assemblea. Sembra – ed è sentimento comune tra i nostri concittadini – che il duopolio sia più interessato a portare avanti una continua campagna elettorale sui social e ad assegnare incarichi e lavori “sotto soglia” in apparente spregio della normativa in materia e delle raccomandazioni dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione piuttosto che occuparsi dei veri problemi che ci attanagliano. Abbiamo più volte invitato, infatti, i due Sindaci (preferiamo chiamarli così perché oggi non sappiamo chi dei due operi i poteri di indirizzo e controllo politico-amministrativo) a voler pubblicamente fornire un elenco dei lavori con i relativi assegnatari ma, oltre ad una fumosa rassicurazione, non abbiamo mai visto nulla. È per questo motivo che stiamo tentando di ricostruire, partendo dalle risultanze contabili che abbiamo richiesto, un quadro chiaro e preciso che ci dia un riscontro oggettivo che vi forniremo non appena disponibile.
Sono ancora molti i punti dell’attività amministrativa che stiamo esaminando, dalla regolarità del sito della “Vetreco” ai lavori che hanno interessato alcuni punti del paese con spese che a nostra avviso risultano “esageratemente” corpose, dalle azioni messe in campo per il recupero dell’evasione alla gestione del canile comunale. Sarà nostro compito tenere informati i nostri elettori e la collettività tutta sulla nostra attività, consapevoli dell’importanza di un’attenta e veritiera attività di informazione e sensibilizzazione della collettività”.