Home Cultura e spettacoli Dopo la pausa natalizia, riparte l’attività del Teatro Caesar di San Vito...

Dopo la pausa natalizia, riparte l’attività del Teatro Caesar di San Vito Romano; ecco il programma del 2020

Dopo la pausa natalizia, riparte l’attività del Teatro Caesar di San Vito Romano per il 2020, con gli spettacoli programmati della stagione, gli incontri del Progetto Un libro a Teatro, delle proposte rivolte alle scuole e con il Progetto Speciale dedicato alla giornata della Memoria 2020.

Si parte il 13 e 14 gennaio con lo spettacolo “A bottega da Leonardo”, per le scuole infanzia e primaria, dedicato a Leonardo Da Vinci; si prosegue giovedì 16 con la presentazione del libro scritto da Giancarlo Governi “Il volo dell’Airone” dedicato alla figura di Fausto Coppi, di cui il 2 gennaio 2020 ricorreva l’anniversario della morte.

Domenica 19 gennaio alle 17,30 arriva – per la stagione teatrale 2020 – lo spettacolo “Parlami d’amore” con Francesco Branchetti e Nathalie Caldonazzo.

La Direzione del Teatro Caesar è fiera di presentare un Progetto Speciale dedicato alla Shoah, che si svilupperà in 3 giornate con: l’allestimento di una mostra fotografica curata dal Prof. Franco Borgioni dell’Ist. Boole di Genazzano, che rimarrà visibile domenica 26, lunedi 27 e martedi 28 gennaio; lo spettacolo “Olokaustos1944”, tratto dai romanzi di Marguerite Duras e Robert Atelme, il 27 e 28 – solo di mattina – per le scuole medie e superiori.

La stagione prosegue:

  • domenica 9 febbraio con lo spettacolo “Mammamiabella” che vede la regia di Elena Sofia Ricci;
  • domenica 23 febbraio con la commedia “Ho adottato mio fratello”;
  • domenica 8 marzo “Un grande grido d’amore” che vede in scena Barbara de Rossi, Francesco Branchetti, Isabella Giannone e Simone Lambertini;
  • domenica 22 marzo al Teatro Caesar arriva “Anfitrione” con Debora Caprioglio, Franco Oppini, Enzo Casertano e Tonino Tosto con la regia di Livio Galassi;
  • domenica 29 marzo e fuori abbonamento è la volta di “Finché amianto non ci separi” con Antonio Romano e Carlotta Ballarini etc. per la regia di Antonio Grosso;
  • domenica 26 aprile un omaggio a Napoli ed ai suoi miti con lo spettacolo “Mammanapoli Mood” con Emiliano De Martino;
  • domenica 24 maggio ultimo spettacolo della stagione “Morta la zia la casa è mia” con Valeria Monetti, Daniele Derogatis.. e la regia di Marco Simeoli.

Gli incontri dedicati alla presentazione dei libri proseguono il 13 febbraio con “La violenza declinata” di Anna Silvia Angelini, che affronta il delicato ed attualissimo tema del femminicidio.

Si chiude il 12 marzo con la presentazione del libro scritto dall’attore Ninni Bruschetta dal titolo “Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista”.

Gli spettacoli rivolti alle scuole proseguono, fino ad aprile, con: Il vestito di Arlecchino, The adventures of Pinocchio (bilingue) e il ritorno di “Cantata” opera sulla legalità del Gruppo Ribalta e diretto da Ulisse Marco Patrignani.

nota a cura dell’uffico stampa del Teatro Caesar di San Vito Romano