Home Politica Provincia di Frosinone, concessioni e appalti pubblici: approvato il “decreto Trasparenza”

Provincia di Frosinone, concessioni e appalti pubblici: approvato il “decreto Trasparenza”

la sede dell'amministrazione provinciale di Frosinone

Con il decreto n.116 firmato dal presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, sono state emanate direttive nel settore dell’affidamento diretto di lavori, servizi e forniture ‘sotto soglia’ europea che prevedono anche un apposito Comitato di controllo analogo.
Nello specifico, la Provincia, nello scrupoloso rispetto delle linee guida aggiornate dell’Anac (Autorità nazionale anti-corruzione), fornisce ai settori indirizzi specifici e rigorosi per l’affidamento di lavori e forniture dei servizi sotto i 40.000 euro garantendo i principi di rotazione, efficacia, economicità, trasparenza e libera concorrenza.
Per gli affidamenti sotto soglia europea, dai 5.000 ai 40.000 euro, dovrà essere utilizzata la piattaforma in dotazione alla Stazione Unica Appaltante (SUA), che garantisce vantaggi procedurali e organizzativi.
Viene inoltre, istituito il Comitato di controllo analogo con il compito di monitorare il costante adeguamento a tutti gli adempimenti previsti dalla normativa per le società in house e le aziende speciali della Provincia.
“In questo modo – spiega il presidente della Provincia, Antonio Pompeo – intendiamo garantire la massima correttezza e imparzialità sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto ‘sotto soglia’ europea. Strumenti che non solo ci chiede l’Anticorruzione ma che riteniamo fondamentale adottare nell’ottica di una gestione trasparente e assolutamente chiara del nostro ente. Oltre a rivendicarne funzioni e dignità istituzionale – conclude il presidente – ne assicuriamo comportamenti e azioni virtuose nella delicata e complessa materia degli appalti pubblici sì da garantire equilibrio, efficacia, efficienza e libera concorrenza tra tutti i soggetti e le ditte affidatari di concessioni e forniture di servizi”.