Home Anagni Oltre le ferite: l’ASD Blue Fitness di Annarita Pontecorvo porta in scena...

Oltre le ferite: l’ASD Blue Fitness di Annarita Pontecorvo porta in scena uno straordinario e partecipatissimo convegno improntato alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne

un momento del convegno alla sala della Ragione

Storie di tragedie. Vere. Raccontate con il cuore in gola dalle mamme, dalle donne. Parole che si rompono, voci che tremano. Ricordi di violenze psicologiche e fisiche durate anni e purtroppo rivelatesi fatali. Iniziative che sensibilizzano, che fanno riflettere. Che almeno per un giorno rendono meno sole le donne che subiscono abusi. Una delle più interessanti, tra queste iniziative, è stata quella organizzata dalla Blue Fitness di Anagni, associazione coordinata dalla brava ed appassionata Annarita Pontecorvo: “Oltre le ferite”, questo il titolo dell’iniziativa, ha ribadito, una volta ancora e se ancora ce ne fosse stato bisogno, che “chi ama non uccide” è che questa è un’urgenza di ogni comunità; l’evento si è tenuto ieri l’altro – lunedì 25 novembre – alla sala della Ragione. Diversi ed illustri relatori hanno fatto il punto sulle azioni messe in campo in questi anni, per offrire aiuto alle donne del territorio vittime di violenza e al contempo mettere in campo una seria azione educativa, capace di contrastare quella cultura aggressiva e maschilista in cui purtroppo i fenomeni di violenza germinano e si diffondono. In particolare ha colpito l’intervento del dott. Valerio De Gioia, magistrato e co-autore insieme all’Avv. Gian Ettore Gassani del cosidetto “Codice Rosso”, il testo entrato in vigore il 9 agosto 2019 che va a tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. “Il Codice – ha spiegato De Gioia – contiene le norme finalizzate a prevenire la violenza nelle relazioni familiari e affettive (è il caso dell’ammonimento, dell’allontanamento dalla casa familiare o, più semplicemente, delle norme che disciplinano la separazione e il divorzio o la cessazione delle convivenze o delle unioni civili) e a sanzionarle (comprese quelle di nuovo conio che puniscono il c.d. revenge porn e l’omicidio di identità) così da assicurare la massima tutela alle vittime anche indirette, quali gli orfani per crimini domestici”. Agli interventi dei relatori si sono alternati momenti di danza, musica, arte e spettacolo, tutti perfettamente riusciti, con protagonisti i ragazzi dell’associazione “Blue Fitness”.
Un evento davvero straordinario ed unico nel suo genere che ha saputo far riflettere e che ha emozionato; congratulazioni ad Annarita Pontecorvo, alle sue ragazze e a quanti hanno collaborato e hanno creduto nella realizzazione di questo progetto.