Home Cultura e spettacoli Morolo. La giovane e brava scrittrice Ileana Speziale presenta il suo libro...

Morolo. La giovane e brava scrittrice Ileana Speziale presenta il suo libro “Sedotta e sclerata”; appuntamento il 6 dicembre all’auditorium comunale

Ileana Speziale, autrice del libro
Ileana Speziale, autrice del libro "Sedotta e sclerata"

Ileana Speziale, giornalista pubblicista e presidente dell’Associazione Libera Civitas che si occupa di sviluppare progetti nazionali ed internazionali di solidarietà sociale e di promozione culturale, presenterà il suo libro “Sedotta e sclerata” venerdì 6 dicembre prossimo alle 10.30 presso l’auditorium comunale di Morolo. All’evento prenderanno parte il sindaco del Comune di Morolo dott. Gino Molinari; l’assessore alle Politiche Sociali, Attività Culturali e Pubblica Istruzione dott.ssa Clarissa Silvestri; il consigliere regionale capogruppo DEMOS e Vicepresidente VII Commissione – Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare dott. Paolo Ciani; Gianluca Pedicini, consigliere nazionale e referente sezione Frosinone dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla; Maria Rita D’Amico, portavoce aIES. All’evento – che si avvale del patrocinio della presidenza del consiglio regionale del Lazio e che tratterà del tema della sensibilizzazione nei confronti della sclerosi multipla – saranno presenti le classi terze della scuola media di Morolo “Ernesto Biondi”.
“Giornate come queste sono assolutamente molto importanti per la promozione e sensibilizzazione sociale – spiega l’assessore Clarissa Silvestri – sono lo strumento per il miglioramento e lo sviluppo del benessere della persona e della comunità con lo scopo di valorizzare e tutelare la dignità delle persone”.

Cenni biografici dell’Autrice
Ileana Speziale, nata a Roma l’8 novembre 1989, è giornalista pubblicista – iscritta all’Albo dei Giornalisti del Lazio. E’ laureata in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni e delle Organizzazioni complesse. Da sempre impegnata in campagne di sensibilizzazione per l’affermazione dei valori umani e il rispetto della dignità dell’uomo. E’ presidente dell’Associazione Libera Civitas attraverso la quale sviluppa progetti nazionali ed internazionali di solidarietà sociale e di promozione culturale. Con l’Associazione ha realizzato e promosso vari documentari tra cui “La storia in movimento” – “La bella Utopia” – “Il Congresso degli Arguti” – “Il Campidoglio” – rivolti principalmente a giovani e studenti per l’affermazione dei valori umani e la valorizzazione culturale della nostra società. Tra gli altri, ha partecipato alla realizzazione del progetto una Missione d’Amore, a sostegno delle popolazioni dei villaggi della Diocesi di Conakry della Repubblica di Guinea.

Breve riassunto della storia
Emily è una ventenne alle prese con i problemi tipici delle ragazze della sua età, l’insicurezza di chi vorrebbe iniziare a muovere i primi passi da adulto, ma ancora si sente bambina nel legame coi genitori, l’incertezza dei primi amori, le prime delusioni, le amicizie che sembrano forti come legami di sangue… ma oltre a questa “ordinaria amministrazione”, Emily deve fare i conti con una scoperta che tenterà di cambiarle diametralmente la vita: la diagnosi di sclerosi multipla.
Questa patologia, in una spirale di visite di approfondimento ed esami sempre più invasivi, la metterà di fronte alla consapevolezza di un percorso di vita diverso da quello che si era immaginata. Emily si innamora, prima di Andrew, che è il ragazzo sbagliato, il tipico seduttore seriale, sciupafemmine capace soltanto di usare e tradire, per poi scoprire la tenerezza tra le braccia di Samuele, il fratello minore della sua migliore amica. Tra serate in discoteca, attorniata da un affiatato gruppo di amici, e giornate passate in ospedale, in cui l’unica rassicurazione è l’accudimento dei famigliari, la giovane Emily prende coscienza della sua malattia e l’affronta con sarcasmo, con determinazione, ma nello stesso tempo con una paura che riesce ad essere lenita soltanto quando sente di poter fare affidamento sugli altri, sull’amore dei genitori, in primis, sull’appoggio di una “famiglia” di amici, poi. Nonostante le limitazioni, che la portano a dover scegliere un giorno della settimana a cui rinunciare, a causa delle iniezioni che la distruggono per circa ventiquattrore, Emily riesce a trovare l’amore vero e a credere di poter essere felice. A rovinarle quest’occasione però sarà proprio la sua migliore amica, Sofia, che gelosa del loro rapporto, le chiede di scegliere tra lei e il fratello, col quale la giovane protagonista ha iniziato una relazione. Non volendo perdere la preziosa amicizia, Emily metterà in discussione la sua storia con Samuele, commettendo così un errore che le risulterà fatale.