Home Anagni Convitto Nazionale Regina Margherita di Anagni: va avanti il progetto biennale Erasmus...

Convitto Nazionale Regina Margherita di Anagni: va avanti il progetto biennale Erasmus + Music:A Melodic Methodology into Teaching and Learning. Insegnanti e alunni provenienti da Romania, Spagna e Portogallo e Grecia ospiti della Scuola e delle famiglie

Una settimana all’insegna della Musica! Tra il 10 e il 16 Novembre Il Liceo Linguistico e delle Scienze Umane insieme con la scuola Secondaria di Primo grado del Convitto Nazionale Regina Margherita hanno avuto 20 studenti e 8 docenti in più! Proseguono infatti le mobilità all’interno del Progetto biennale Erasmus + Music:A Melodic Methodology into Teaching and Learning. Insegnanti e alunni provenienti da Romania, Spagna e Portogallo e Grecia sono stati  ospiti della Scuola e delle famiglie.

Il progetto, momento di formazione e crescita professionale ed umana, oltre ad opportunità stimolante ed innovativa per i giovani europei, ha lo scopo di ricercare nella società di oggi quella identità nazionale ed europea, di favorire l’inclusione sociale e l’educazione  proprio attraverso argomenti legati alla musica. 

E’ stata una settimana ricca di attività didattiche e visite culturali sul territorio . Gli alunni sono stati impegnati in workshop interattivi per la costruzione di strumenti musicali, sono diventati docenti dei loro coetanei insegnando canzoni in lingua inglese sull’amicizia, hanno realizzato lavori multimediali sugli strumenti tradizionali di ciascun paese e, infine hanno dato vita ad un concertolive con le canzoni studiate.La metodologia usata nei vari workshop è stata quella dell’apprendimento dialogico, in cui lo studente apprende attraverso la mutua comunicazione , acquisisce competenza sociale e migliora la propria capacità di lavorare in team.

La parola con la quale si può caratterizzare questa esperienza è sicuramente “contatto”. Infatti tutti gli studenti partecipanti hanno vissuto 6 giorni a stretto contatto tra loro, evento poco usuale per dei nativi digitali soliti a frequentare la realtà virtuale dei social network, riscoprendo i valori della socialità e soprattutto dell’amicizia che non conosce ostacoli di lingua, cultura o costumi.

I giovani, ospitati  con grande entusiasmo, dalle famiglie della scuola,  hanno condiviso le giornate con i loro nuovi compagni. Quale migliore occasione di conoscere un nuovo stile di vita, imparare dalle differenze culturali e allargare i propri orizzonti? Siamo cittadini del mondo nell’era globalizzata in cui  ciascuno è chiamato a valorizzare e a tramandare i valori e le tradizioni delle proprie radici i e, al contempo, ad aprirsi alle altre culture. 

Le referenti del progetto, la Professoressa Maria Cristina Affinati del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane, la Professoressa Annarosa Orlandini per la Scuola secondaria di primo grado  e il Dirigente Scolastico Fabio Magliocchetti ritengono che  questa settimana di incontri Erasmus abbia consentito alla comunità scolastica di ampliare le capacità di cooperazione e comunicazione attraverso un proficuo confronto e scambio di idee e di buone pratiche con i partner europei, abbia permesso un arricchimento del curricolo degli studenti che hanno lavorato in team usando metodologie innovative e migliorando le loro abilità comunicative in lingua inglese, in altre parole,una concreta opportunità per promuovere la sensibilizzazione interculturale e una maggiore comprensione e capacità di risposta alla diversità sociale, linguistica e culturale.

 Il prossimo appuntamento per i partner Erasmus+ sarà in Portogallo nel mese di Febbraio 2020.